Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 8 gennaio 2021

Ieri ho fatto con mia moglie una passeggiata lungo il naviglio Martesana sino a Groppello dove ho incrociato in auto il Vice Sindaco “uscente” Vittorio Caglio(mio ex amico), ma la pavimentazione alla “Conca” è ancora pericolosa e c’erano tutte le luci pubbliche accese con la solita griglia pericolosa dove lui ci passa sempre in auto proprio sopra ogni giorno da quando ha cambiato casa.

Siamo scesi al “Pignone” e poi abbiamo attraversato i 2 ponti sul fiume Adda prima quello in cemento e poi quello di ferro ricoperto di legni che divide il confine Milanese dal Bergamasco; poi al Cimitero dove mi hanno confermato che è il Comune che lo gestisce benissimo, ma col solo appalto dell’estumulazione che tra poco scadrà; poi dopo aver riattraversato il fiume abbiamo incontrato la cugina di mia moglie, cognata del Sindaco “sinistro” Raffaele Assanelli mio amico di gioventù.

Incontriamo quasi a Groppello altre nostre 3 Amiche e 2 parenti della cugina; purtroppo con ricordi pessimi di Cassano dopo 5 anni dove ha stravinto il Sindaco “uscente” nel 2016 senza ballottaggio; in quasi 5 anni ha fatto nulla sinora tranne il TE.CA. inaugurato con caduta di una signora sui gradoni senza protezione e svenimento del Sindaco “uscente” ma ingestibile sinora, 3 cimiteri gestititi dalla cooperativa “La Goccia” presieduta da madre e fratello della Capogruppo di “Cassano Etica Ecologista” e Centro sportivo comunale “Giacinto Facchetti”.
Ho salutato le 2 donne e sono entrato nel Centro sportivo con tanti cartelli per raccogliere le deiezioni dei cani, posizionati dagli Alpini che hanno la sede nell’ex casa del Custode; purtroppo l’albero è caduto sotto il peso della neve; per fortuna la pista di sci di fondo sintetica del CAI non c’è più perchè avrebbe potuto coinvolgere qualche sciatore e non solo.
Ho insegnato come Istruttore grazie al mio Maestro Valerio, papà di Mario Pizzuti.
Stamattina sono ritornato al Centro sportivo quasi distrutto non solo dalla recente nevicata come i palloni dell’ex bocciodromo e quello di fianco con porta vandalizzata e parete scorrevole semi aperta, ho fotografato sia la recinzione distrutta davanti al campo di calcio con una transenna incatenata da lungo tempo e la pista di skateboard con la recinzione in legno semidistrutta.
Oggi pomeriggio altro giretto con mia moglie all’isola Borromeo non sorvegliata dalla Cooperativa “Solleva”, ma invasa dai cani soprattutto “levrieri” con deiezioni ovunque nel parco nonostante il cestino apposito e purtroppo la porta del recinto per cani è da sistemare; l’opera d’arte pagata dai Cassanesi ormai è irriconoscibile.
Purtroppo la neve c’è ancora come il mucchio in piazza Garibaldi appena dietro al Presepio della Pro Loco e su alcuni passaggi pedonali o piste ciclabili.


Read Full Post »