Feeds:
Articoli
Commenti

Ieri mattina il gruppo “CassanoCammina” con 41 partecipanti è partito in pulman dal parcheggio della palestra di corso Europa alle ore 8 e 30 per Canzo in quanto si festeggiava il quinto anniversario di fondazione col giro del lago di Segrino e col pranzo al lago di Pusiano, con eventuale giretto pomeridiano ancora a piedi o con la navigazione sul lago.
Il giro del lago di Segrino è iniziato dopo aver raggiunto il lago molto sparpagliati, sosta al Lido e partenza sulla ciclopedonale di circa 5 chilometri dalla parte sinistra che è affinacata dalla strada molto trafficata, poi ritorno dall’altra parte molto tranquilla con diversi volatili.
La ciclopedonale è da sistemare in alcuni punti in quanto era allagata ed i Vandali hanno distrutto dei paletti in legno e sporcato i tabelloni segnaletici-turistici con scritte!
Nonostante avessimo ombrelli, cappelli ed impermeabili o mantelle ci siamo bagnati quasi tutti completamente dalla testa ai piedi.
In pulman ci ha recuperati vicino al Lido e ci ha portati a Pusiano al ristorante Negri dove ci siamo abbuffati di pesce di lago sia col risottino che con le patate arrosto accompagnati da acqua minerale e vino rosso o bianco; la torta con 5 candeline scoppiettanti ha coronato la festicciola per il quinto anniversario di fondazione; abbiamo ringraziato la nostra accompagnatrice(Walk Leader) Isabella Meloncelli.
Dopo il pranzo abbiamo fatto solo delle fotografie presso il lago di Pusiano che era pieno di tante imbarcazioni con canoisti.
Purtroppo le previsioni meteorologiche con pioggia per tutto il giorno si sono concretizzate, tranne quando stavavamo rientrando a casa in pulman che è uscito il sole.

Annunci

In questi giorni ho girato Treviglio, Cassano d’Adda e Fara Gera d’Adda in auto, in bici ed a piedi.
Mercoledì 16 in mattinata mi sono recato in automobile a Treviglio(BG) ed ho visto presso la mia BNL un ragazzo che stava riaffrescando il bel murales che aveva fatto 2 anni fa( immortalato da me il 18/6/2018) e mi ha detto che è di Bergamo, ma conosce bene anche Cassano.


Poi a Cassano d’Adda(MI) ho girato in bicicletta sia in centro con la nuova bacheca comunale che sta usando Luciano Cairati per pubblicizzare la sua ex cava naturale “Bre.Be.Mi.”.

Nel pomeriggio ancora in bici presso la stazione ferroviaria coi caminoni della centrale A2A.

Ieri mattina mi sono recato in Comune ed ho visto un pacco di volantini della camminata “NONCHIUDEREGLIOCCHI” di domenica scorsa non distribuiti, ma ho capito il perchè andando su Facebook dove c’era la foto scattata alla stazione ferroviaria di Melzo(MI) col mio gruppo “CassanoCammina”.

In piazza Giuseppe Garibaldi ho visto le fotografie stampate su strisce plastificate esposte dalla gelateria “icedream“.

Nel pomeriggio mi sono recato a piedi lungo il naviglio Martesana a Groppello e poi giù al fiume Adda prima al “Pignone”( vedi https://colomboangelo.wordpress.com/2019/08/02/il-pignone-a-cassano-dadda-articoli-su-il-giorno-e-documentario-serale-su-telereporterdel-pittore-alessandro-alessandrini-ieri-mattina/) e poi a Fara Gera d’Adda(BG) per vedere il ponte di ferro con le nuove tavole in legno, gli animali ed una scultura strana; abbiamo incontrato alcuni Cassanesi che avevano appena seguito una lezione dell’Università del Sapere; rientrando alla cascina Volta( dove sono nato) abbiamo incontrato Alfonso, Mario e Serena con la nipotina.

Post scriptum: come esperto sportivo posso dire che gli “Assessori sportivi” non avevano le scarpe adatte per camminare per 5 chilometri! Non ho mai visto così tanti pesci come ieri; all’Adda il cartello del divieto di balneazione è nascosto tra i rami degli alberi sulla strada in discesa e lo striscone di “Ecoismi” del 2016 alla cascina Volta è rotto a metà a sinistra e sta staccandosi dal cartellone metallico.

Come ogni anno mi sono recato alla Sagra d’Inzago.
Da quando sono in pensione( 2008) anche al lunedì in bicicletta per la Fiera del bestiame con macchinari e prodotti agricoli, ma sempre passando a casa del mio ex Presidente dell’Atletica leggera Donato Di Terlizzi.
Domenica pomeriggio ho fatto un giretto parcheggiando l’auto per la prima volta a sud del naviglio Martesana, mi hanno colpito subito i WC pubblici che sono riportati anche sulla cartina del super opuscoletto; giretto nella bella cascina Longa, in piazza Maggiore c’erano i soliti giochi di una volta per i bambini, mostre varie di quadri e fotografie( ho riconosciuto subito Donato Di Terlizzi in 2 fotografie del 1994), gazebi misti; sotto il tendone oggettistica artigianale; anche il cortile della BCC Milano( ex Inzago e poi Cernusco) era chiuso per la prima volta in quanto c’era la ricostruzione del paesaggio coi dinosauri; visita in chiesa ed acquisto dello zucchero filato prima di rientrare a Cassano.

Ieri mattina in bicicletta lungo il naviglio Martesana dalla mia cascina Volta, cascina Regoledo dove è nato mio papà e dove abitavano i miei zii, cugini ed amici come il mio omonimo Angelino; ho notato subito la sporcizia presso i giostrai; ho visto per la prima volta sia il pulsante per attraversare la strada alla Conca che i cartelloni turistici come a Cassano; ho ascoltato il gruppetto della Banda cittadina assaggiando un pezzetto di pane offerto da “La Fornarina”, poi come ma sempre passando a casa della vedova cieca del mio ex Presidente dell’Atletica leggera Donato Di Terlizzi per ricordarle che ho visto ben 2 foto del marito ma il figlio Enzo l’aveva già informata, ho aggiunto che in una foto stava parlando con le mani aperte.
Nel rivedere le foto con la moglie di Angelo Borsa, il cui figlio Roberto ha sostituito Donato nell’organizzare le corse podistiche( “Gir di casin” e “50 Km lungo l’Adda”), ho visto anche la foto col mio ex compagno di Ragioneria a Gorgonzola Emilio De Maron anche lui purtroppo scomparso qualche anno fa
.
Poi in piazza per fotografare i cartelloni giganteschi delle zone d’Inzago sui tabelloni metallici che coprono l’area non costruita che l’anno scorso mi ha fatto ricevere molte critiche campanilistiche; visita sotto il tendone della Fiera del bestiame con macchinari e prodotti agricoli vari; la Pro Loco e la “Macelleria Sergio Motta” hanno organizzato il gioco “Indovina il peso del bue” con oltre 2.000 giocat di persone che hanno scommesso sul peso del bue che era meno grosso di quello dell’anno scorso, ma era più lungo tanto che non riusciva a salire sulla pesa perchè scendeva davanti o dietro con le zampe; finalmente appena terminata la scampanata di mezzogiorno, dopo la presentazione del robusto cronista televisico con “Miss senza trucco” ed il discorsetto del Sindaco che ha annunciato il peso di 1.040 chili.
Sono rientrato verso casa, ma mi sono fermato nel WC pubblico presso la conca del Naviglio.


Post scriptum: Per fortuna gli “Animalisti” non si sono fatti vivi! Come diceva il mio Presidente Donato che non si potevano organizzare 2 corse podistiche contemporaneamente in 2 paesi vicini, ma ho scoperto strappando i volantini superati che domenica l’altra sono state organizzate ben 3 corse in 3 paesi vicini lungo il naviglio Martesana come Cassano, Inzago e Gessate!!!

L’anno scorso mi ero rifiutato di fare il Segretario del Comitato per il mio ruolo politico di opposizione e per i miei impegni associativi( Pro Loco, AIDO, CAI e Amici del Carnevale) ed avevo postato https://colomboangelo.wordpress.com/2018/10/09/festa-patronale-2018-organizzata-dal-neo-comitato-sagra-pro-e-contro-per-2019-raffrontati-anche-con-inzago/
Quest’anno i miei impegni associativi si sono ridotti alle sole Pro Loco ed AIDO( fine settimana precedente con vendita degli anthurium e Messa), ma ho fatto il Vigile al TROFEO MILANO per più di un’ora sull’alzabandiera sabato a mezzogiorno ed il parcheggiatore alla corsa podistica di PiazzaMultisport domenica mattina alle ore 7.00 presso il Cimitero cassanese con bandierina rossa.
Nonostante alcune precauzioni prese da parte del Vice Sindaco Vittorio Caglio( che ho ascoltato nella sua deposizione giovedì pomeriggio nel Tribunale di Lodi per l’abuso d’ufficio sul famoso baretto “Ananasso” al Pignone dove ha ricordato che la signora Noemi Gaibotti è stata suggerita da Giuseppe Legnani “Presidente dei Commercianti anche d’Inzago” che ha scritto della richiesta del 50% dell’incasso, tolte le spese, da consegnare a Laurent Colombo di “Enjoy Tribe” e del Comandante dei Vigili Flavio Rossio che nell’incontro nell’ufficio del Sindaco Roberto Maviglia ha concluso dicendo NON FINIRA’ QUI’ ed andò alla Procura della Repubblica creando un AMAREGGIAMENTO) e facendo pagare l’installazione del contatore della corrente elettrica per il tendone di PortaMIAcassano; purtroppo il Comitato è coordinato dal solo Legnani( Presidente dei Commercianti di alcuni paesi, come mai Cassano non ha il suo Presidente già da alcuni anni?) col Vice Sindaco.
Il 7 settembre scorso ho abbandonato il gruppo del Comitato su WhatsApp in quanto Legnani voleva estromettermi come ha fatto sulla sua pagina Facebook “Cassano d’Adda il Bello da condividere” ma mi sono tolto scrivendo:
E’ arrivato il Duce? Vuoi buttarmi fuori come l’hai già fatto nel tuo Gruppo su Facebook “Cassano d’Adda il Bello da condividere”, esco ma ti chiederò tutti i bilanci Responsabile di interessi familiari!

Come Pro Loco abbiamo allestito ancora nell’ex Albergo Ancora in piazza Garibaldi la “Seconda edizione” dell’esposizione di “CASSANO DIPINTA” dei quadri di proprietà dei Cassanesi che ce li hanno portati in sede.
Venerdì 4 ottobre mi sono recato in mattinata in bicicletta ad Inzago a ritirare dai Vigili la bicicletta che avevo trovata abbandonata presso la conca del naviglio Martesana e che avevo denunciato al Comando consegnandola; subito dopo presso casa Berva alla spiegazione per i Volontari della mostra “Il genio e l’ingegno” di Leonardo da Vinci; nel pomeriggio ho avuto una riunione politica e purtroppo non ho partecipato alle 2 manifestazioni della Sagra.
Sabato mattina abbiamo aperto la mostra della Pro Loco e dopo l’inaugurazione della Mostra di Leonardo senza rinfresco nonostante lo sponsor della BCC di Milano, ho dovuto fare l’aiutante Vigile a Diana Farao per un’ora( dalle 12.30 alle 13.30) sull’alzabandiera per gli autisti con macchine d’epoca che non sapevano se entrare in centro passando davanti al castello o se scendere allo Julia a pranzare dopo essere passati dal castello; alcune auto hanno fatto 2 giri davanti al castello ed altre sono scese subito allo Julia e sono ritornate indietro nella lunghissima coda per passare davanti al castello.
Purtroppo sull’alzabandiera non c’era il Mercatino della COLDIRETTI.
Salto all’U2( ex UNES) per comprare una bottiglia di vino frizzante nero ed acquisto di alcuni prodotti per la raccolta dei prodotti da mangiare organizzata dal “Forum del Volontariato Sociale” di cui fa parte anche l’AIDO.
Nel pomeriggio rinfresco nella mostra Pro Loco ed inaugurazione della Mostra del Gruppo Artistico a casa Berva con visita ancora alla Mostra di Leonardo; in piazza Castello danza con le 3 Associazioni cassanesi e palestra di roccia del CAI.
Purtroppo non ho partecipato al Concerto serale della Banda Musicale nel TE.CA.!
Domenica mattina alle ore 7.00 mi sono recato in bicicletta in piazza Cavour per aiutare nella corsa podistica di PiazzaMultisport organizzata da Niccolò di “Sport Lab” (figlio di Legnani); mi hanno proposto di fare il parcheggiatore presso il Cimitero cassanese indossando una pettorina e tenendo in mano una bandierina rossa( i fischietti li ho sempre come Volontario sportivo), c’erano già dei podisti che erano partiti prima dell’orario, mi hanno raggiunto 2 ragazze dei Boy Scout con bandierine( una si è fermata con me e l’amica ha raggiunto la rotonda della Guarnazzola); esauriti i posti auto indirizzavo al Dopolavoro gli altri autisti-podisti; alla fine mi sono guadagnato il cappellino bianco-verde degli stessi 4 sponsors che c’erano l’anno scorso.
Mi sono recato in piazzetta Bettini dove mi aspettava la mia Consigliera comunale Elena Bornaghi di “Cassamo Obiettivo Comune”, mancavano i gazebi della Sinistra, Forza Italia e Fratelli d’Italia; Elena ed io siamo stati immortalati sotto il gazebo della LEGA cassanese mentre mangiavamo pane e salame; in bicicletta ho riportato a casa tavolino e bandiere.
Nel pomeriggio in piazza Castello( Giuseppe Perrucchetti) le Associazioni sportive si sono presentate nella 3^ edizione di PiazzaMultisport con assaggio della “paciarela” di Lorenza allo stand della mia ex “Ginnastica TREVICASS”.
Spero che Niccolò paghi almeno il 50% del costo della palestra di roccia al CAI( Club Alpino Italiano) cassanese, come aveva promesso in una riunione del Comitato Sagra?
Alle ore 18 mi sono recato sempre in bicicletta alla chiesa di Cristo Risorto dove il Vescovo di Cremona Monsignor Antonio Napolioni celebrava la Messa che accoglieva il nuovo parroco don Vittore Bariselli.
Alle ore 21 mi sono recato in Castello per la rappresentazione leonardesca del “Gruppo Guide” con la “Pro Loco”, purtroppo c’è stata la dimenticanza sia del Sindaco che del suo Vice di ringraziare la “Pro Loco” che pagherà parte della manifestazione avvenuta nel cortile del Castello con meno gente per le 2 gocce di pioggia ed il venticello frescolino.
Sono seguiti i fuochi d’artificio della ditta cassanese “FERRI FIREWORKS” sponsorizzati da “Remer Rubinetterie”.
Lunedì mattina ho aperto la mostra della Pro Loco, per fortuna sull’alzabandiera c’era il Mercatino della COLDIRETTI ma con poche bancarelle; nel tardo pomeriggio mi sono recato nell’edicola del Villaggio del Presidente Paolo Levati del “Circolo il Capitone” per l’estrazione della sottoscrizione a premi, nonostante il ripetuto annullamento fatto da quest’Amministrazione comunale della tradizionale “Pesca alla trota” nella fontana del delfino in piazza Garibaldi.
Purtroppo non vinco più nulla! Vincevo quando compravo 2 blocchetti ed ero Assessore allo Sport.
Alle ore 19 ho chiuso la mostra della Pro Loco.
Nei giorni successivi abbiamo smontato la mostra consegnando i quadri ai proprietari; quelli di mia sorella Maria Grazia li ho portati a casa sempre in bicicletta.
In settimana i quadri dell’”Estemporanea di pittura” organizzata dal “Gruppo artistico” con Chiara Cerea erano in votazione nella pagina su Facebook ed in visione in alcuni negozi cassanesi; la premiazione senza la comunicazione del valore in denaro offerti dai Commercianti e senza tutti i premiati perchè non “Cassanesi” c’è stata venerdì al TE.CA. alle ore 23.00 con la proposta del Presidente Agostino Anobile di contattare gli artisti per l’acquisto, dopo lo spassosissimo spettacolo teatrale organizzato dall’AVIS con l’ADMO ma purtroppo senza l’AIDO.