Feeds:
Articoli
Commenti

Domenica scorsa più di 500 persone hanno partecipato alla 1^ edizione de “La PaciADA 2018” col sole, ma ieri anche con la pioggerella c’erano quasi 500 persone e diversi cani alla 2^ edizione.
L’Associazione “Cassano sotto le Stelle” presieduta dalla Consigliera comunale Elena Bornaghi ed il “Gruppo Guide Cassano” presieduto da Angelo Cernuschi hanno organizzato questa stupenda manifestazione con diverse associazioni cassanesi( Company Landru, Alpini, Rudun, Pro Loco ed AVIS) e col Liceo “Giordano Bruno”.

CONCORSO FOTOGRAFICO PACIADA 2018!!!
Anche quest’anno il Gruppo Guide ha deciso di promuovere un concorso fotografico, che ha come oggetto la Paciada.
Il regolamento è il medesimo: dovrete postare le vostre foto sulla nostra pagina facebook, devono essere foto riguardanti il tema della Paciada, NON saranno presi in considerazione altre foto (es. paesaggi). Verranno scelti da una nostra commissione i tre scatti che riusciranno a far emergere nel miglior modo lo spirito della manifestazione.
I premi saranno i seguenti:

1° Una cena per due persone presso il Ristorante Julia
2° I libri del nostro presidente Angelo Cernuschi sulle sorelle Brambilla.
3° Un salame nostrano.
Preparate le vostre macchine fotografiche che attendiamo con ansia le vostre indimenticabili foto!!!
Riporto alcuni commenti fatti su “Facebook” per la 1^ edizione dell’8:
Elena Bornaghi: Ed è di nuovo PaciADA! Giornata bellissima, tra sole, buona compagnia, nuove conoscenze, appassionanti scoperte e tante emozioni. Il nostro territorio è così ricco di storia, bellezze naturali ed artististiche e di genialità umana che non si finisce mai di scoprirlo.
Grata al Gruppo Guide che l’ha organizzata e onorata come Associazione Cassano sotto le Stelle di averla supportata, insieme a tutte le altre associazioni locali e a tanti volontari.
La memoria dei luoghi ė un bene da trasmettere, non solo da conservare.
Maurizio Feregalli: Ciao, tutto molto bene oggi domenica 8 aprile alla prima “Paciada”… Io (ghironda, chitarra, bouzouki e voce) e Mauro (fisarmonica e voce) eravamo operativi alla prima ‘stazione’ presso il ponte rinascimentale della Sansona con Francesca (presentazioni), Claudio e Ilaria (racconto storico del Naviglio Martesana)… 🙂 In programma danze antiche e “La mia sciàta mòra”, canzone del XVIII secolo dedicata da un battelliere della Volta di Cassano alla sua bella fidanzata dai capelli scuri… 😀 Sempar alegar!
Altri commenti per la 2^ edizione del 15:
Elena Bornaghi: Quando si lavora in squadra si ottengono grandi risultati: anche oggi è stata una bella PaciADA! Arrivederci al prossimo anno: sarà la decima edizione alla scoperta della storia, dei luoghi incantevoli e dei personaggi della nostra bella città!
Il merito principale va al Gruppo Guide Cassano che ha creato il canovaccio di tutta l’edizione, organizzandola nei minimi particolari, e a tutte le associazioni, i volontari e i partner che hanno fatto il possibile per accogliere al meglio i partecipanti. Ed un grazie sentito va proprio ai tanti partecipanti che ogni anno ci seguono con simpatia e che con i loro apprezzamenti, ma anche con le giuste critiche, ci permettono di offrire un evento ogni anno nuovo ed interessante.
Maurizio Feregalli: Ciao, anche oggi domenica 15 aprile tutto bene (a parte qualche piccola goccia d’acqua) alla seconda “Paciada”… Io (ghironda, chitarra, bouzouki e voce) e Mauro (fisarmonica e voce) eravamo di nuovo alla prima ‘stazione’ presso il ponte rinascimentale della Sansona con Francesca (presentazioni), Claudio e Ilaria (racconto storico del Naviglio Martesana)… 🙂 Ovviamente danze antiche e (repetita juvant) “La mia sciàta mòra”, canzone del XVIII secolo dedicata da un battelliere della Volta di Cassano alla sua bella fidanzata dai capelli scuri… 😀 Sempar alegar!

Ieri mattina mi sono recato in bicicletta alla partenza dove mi hanno informato che la colazione offerta era molto varia, mi sono accorto che i gruppi partivano ridotti per i ritardatari alla colazione; dopo l’arrivo delle ultime accompagnatrici liceali dei gruppi ho raggiunto quello diviso creando il collegamento presso il ponte “Sansuna” al centro sportivo “Giacinto Facchetti” seguendo il racconto ed ascoltando la musica; mi sono recato in “Fabrica” per vedere la rappresentazone de “La Ceramica Legnani” entrando nel garage con la fornace che non avevo mai visto.

 

Post scriptum: il Comune ha patrocinato la manifestazione come al solito, ma Sindaco e soci-e non si sono visti nè domenica scorsa che c’era la manifestazione 5 Martiri con pochi cassanesi presenti nè ieri che non c’era nulla; purtroppo solo io e Giovanni Albano eravamo sempre presenti come Assessori.

 

Annunci

L’anno scorso avevo pubblicato sull’altro blog: .
Domenica purtroppo le manifestazioni dei “5 Martiri” e la “PaciADA” coincidevano come l’anno scorso, ma il tempo per fortuna era bello.
Ho seguito solo la manifestazione dei “5 Martiri” dalla Messa in chiesa, durante la sfilata ed in piazza; si è notato che i cassanesi presenti erano molto pochi, tanto che Luisa Ghidini Comotti l’ha ribadito nel suo intervento davanti al castello.

C’ero anch’io giovedì a mezzogiorno in Comune per salutare il Segretario comunale Giovannino Palma coi dipendenti ed alcuni amministratori comunali; ha organizzato un rinfresco perchè andrà in pensione il mese prossimo.
Il Segretario ha salutato sia i dipendenti che gli amministratori comunali di questa e della precedente Giunta ricordando alcuni episodi; sono state lette alcune sue battute, il Sindaco l’ha ringraziato ed i presenti hanno applaudito il Segretario.

Mercoledì sera la riunione del Consiglio comunale è iniziata in ritardo perchè mancava il numero legale di 9 per la maggioranza di consiglieri( su 17 la metà più uno), ma dopo alcune telefonate è arrivata Marina Coppo(PD).
Erano presenti gli Assessori Vittorio Caglio, Aristide Caramelli, Simona Merisi e Massimo Ughini.
Assenti: Lorenzo Colombo(PD), Francesca Moroni(Cassano Etica Ecologista), Mario Albè e Sabrina Mapelli(Lega) e Marco Crippa( Forza Italia).
Eravamo presenti in pochi, ma solo 8 collegati ai Consiglieri comunali: 5 di Cassano Obiettivo Comune, 1 PD, 1 o 0? Etica(Marcello Granatelli, Vice Presidente del Comitato della Casa di Riposo “Belvedere” che ha partecipato al rinfresco della destra il 21 febbraio in biblioteca), 0 Lega e Forza Italia.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

  1. Approvazione verbali delle deliberazioni adottate nella seduta consiliare del 7 febbraio 2018.
    (  10 Sì con Coppo e Bornaghi astenute)
  2. Modifica al regolamento generale delle entrate tributarie comunali.
    – Sindaco Roberto Maviglia: elenco le modifiche. – Elena Bornaghi( Cassano Obiettivo Comune): a quando i regolamenti per le commissioni? E lo Statuto? Io sollecito! Propongo l’incarico ai dipendenti comunali per la figura del mediatore. – Sindaco: soggetto terzo a chi ha operato, ma sempre interno.
    (  9 Sì con Lega e Bornaghi astenuti) (Immediata esecutività: 9 Sì con Lega e Bornaghi astenuti)
  3. Modifica al regolamento per l’applicazione dell’imposta unica comunale (IUC).
    – Sindaco: modifiche agli articoli 18, 33( numero dei componenti del nucleo famigliare che vi abitano esclusi quelli fuori casa per vari motivi), anticipo delle scadenze al 16/5 e 16/11. – Bornaghi: 2 date anticipate, ma se non vengono spedite le lettere? Occorrono controlli maggiori per i pagamenti; l’agente accertatore non c’è ancora? – Sindaco: è stato cambiato il software; si paga solo con i F24; facciamo dei controlli sul territorio; il box lo pagano tutti i famigliari. – Giacomo Forcella(Sinistra): faccio una riflessione sul CEM e sul suo monopolio per un’eventuale uscita. – Andrea Moretti(Lega): il Sindaco dice che si fanno i controlli, ma vicino a casa mia, di Bornaghi e di Merisi presso la discesa della Casa di Riposo occorrono controlli per le bottiglie che bevono ed abbandonano.
    (  9 Sì con Lega e Bornaghi astenuti) (Immediata esecutività: 9 Sì con Lega e Bornaghi astenuti)
  4. Imposta Unica Comunale (IUC) – Approvazione delle aliquote e tariffe anno 2018.
    – Sindaco: il sacco rosso è ok. – Bornaghi: perchè la sperimentazione è stata prolungata al 31/12/2019? La tassa non diminuirà mai col CEM che è un monopolio, cercare un altro gestore; nel  POFIT è previsto l’antispreco per la mensa, col cibo avanzato da portare a casa in piccoli contenitori, basterebbe un piccolo finanziamento dal CEM. – Sindaco: il sacco rosso ha ridotto il costo di 160.000 €; CEM fa le gare per tutti i comuni ed i costi sono concorrenziali; abbiamo una nuova spazzolatrice che viene usata in centro, ma pensiamo anche alle periferie ed alle frazioni; faremo un progetto sperimentale con le scuole cercando di diminuire i rifiuti.
    (9 Sì e 3 No)  (Immediata esecutività: 9 Sì e 3 No)
  5.  Addizionale comunale all’IRPEF esercizio 2018 – Conferma aliquota.
    – Sindaco: 0,7%. – Bornaghi: ok, ma aumentare la fascia d’esenzione o differenziare le fasce. – Sindaco: non siamo riusciti a lavorarci.
    (9 Sì e 3 No)  (Immediata esecutività: 9 Sì e 3 No)
  6. Approvazione del programma per l’affidamento di incarichi di collaborazione per il triennio 2018 – 2020 (art. 3, comma 5S, Legge 24/12/2007, n. 244). – Sindaco: sono per i settori Tributi, Cultura per la grafica, per eventi culturali ed i controlli in mensa, Energy manager, collaudo statico per gli edifici pubblici, Vigili del fuoco, agronomi per la salute delle piante e messa a terra.
    – Bornaghi: ripeto come l’anno scorso che  non ci sia personale all’interno. Che risultati hanno prodotto i pannelli solari? Il recente debito verso la Edison per l’illuminazione pubblica per 200.000 € più 12.000 per gli avvocati. Ci sono 2 comuni con la luce sempre accesa tutti i giorni sino a mezzanotte nelle “Aule studio”; l’attività del Dopolavoro non può essere trasferita al TECA? – Presidente del Consiglio Luigi Cerrato: un’insegnante non può dire questo sulle “Aule studio” perchè sono stato il primo firmatario della richiesta al comune. – Sindaco: l’ufficio Cultura potrebbe fare da solo; l’Energy manager per diversi controlli; abbiamo fatto il ricorso per i pannelli solari sopra la biblioteca per la vicina villa Borromeo.
    (9 Sì e 3 No)  (Immediata esecutività: 9 Sì e 3 No)
  7. Approvazione del Documento Unico di Programmazione 2018 – 2020. – Sindaco: non illustro perchè ne abbiamo parlato nell’ultimo consiglio. – Moretti: consulenze esterne per certi lavori, ma come Lega non concordiamo per niente; la Tangenziale è ferma ed il Sindaco è Consigliere con deleghe a Milano Città Metropolitana e da lui ci aspettavamo di più; anche per la Caserma dei Carabinieri dove la nostra proposta è stata cestinata; proposte non prese in considerazione, non solo le nostre ma anche della Bornaghi; Sindaco e quasi tutta la Giunta siete gli stessi, ma le elezioni di domenica vi hanno bocciato( Merisi assessore e Verdi col guru “Senatore” anche senza il Sindaco); abbandoniamo l’aula perchè è stata bocciata l’Amministrazione comunale.
    (Moretti e Mario Cerri  abbandonano l’aula: foto di Laura Spinelli)


    – Presidente del Consiglio Luigi Cerrato: occorre confrontarsi.
    – Bornaghi: c’è il numero legale?
    – Cerrato: sì, ma non ci abbandoni.
    – Bornaghi: se mancava il numero abbandonavo perchè sono stata accusata di essere la vostra stampella; c’è invecchiamento e le spese sociali sono aumentate; 25 anni per la gestione della piscina sono troppi, anche se i lavori sono costosi e chi controllerà le tariffe che adesso sono gratis per le scuole al mattino, 30.000 € all’anno sono tanti; TECA in gestione?Le attività produttive e commerciali sono in crisi. Tangenziale non pronta con un’inquinamento altissimo che crea uno studio epidemiologico; attività asfittica.
    – Forcella: l’intervento di  Bornaghi è condivisibile in parte e stimolante. A Cassano la Lega che ha preso tanti voti(30%) non discute e noi che amministriamo raggiungiamo gli obiettivi? C’è un problema di comunicazione; gli assessori devono relazionare; è facile dire le cose fatte. L’Auditorium è di estrema importanza: € 4 milioni d’investimen to, ma con una scelta più ampia con spese correnti; cava di prestito Bre.Be.Mi., costi della Caserma; aumento delle esternalizzazioni con meno interesse dei dipendenti, ma chi controlla? Lavori pubblici, non è pulito il paese: mozziconi di sigarette e cani che sporcano. La manutenzione che sta perdendo come le luci sul viale Rimembranze; urbanistica con variante del PGT; ricaduta economica senza oneri d’urbanizzazione. Linificio? Il cinema Giardino non è un problema nostro,  ma della proprietà. Propongo un incontro dei capi-gruppo per il problema della Tangenziale, per essere d’aiuto a risolvere questo problema e per trovare una soluzione. Abbiamo e stiano lavorando bene, ma dobbiamo spiegare alla gente ciò che stiamo facendo e perchè non stiamo in mezzo alla gente.
    – Coppo(PD): dobbiamo interrogarci? Sindaco e Giunta si impegnano e bisogna comunicarlo.
    – Sindaco: 30%, ma non a Cassano per le comunali dove abbiamo vinto; a Bornaghi dico che le concessioni sono in essere, il cimitero va bene e 25 anni per la piscina; il TECA è in discussione; Caserma e cinema Giardino da sistemare. Il “Patto di Stabilità” uccideva i comuni; rendiconteremo a fine mandato. I risultati di domenica non sono collegati all’attività della Lega a Cassano. Spero che non ci troveremo più in questa situazione come stavolta.
    – Bornaghi: soldi non spesi? – Sindaco: abbiamo rallentato i lavori( Casa di Riposo e Tangenziale) perchè abbiamo deciso di pagare i lavori fatti.
    (9 Sì e 1 No)  (Immediata esecutività: 9 Sì e 1 No)

  8. Approvazione del bilancio di previsione triennale 2018 – 2020. – Sindaco: concorsi deserti con Cremascoli che ha terminato a fine febbraio ed un’Assistente sociale che si è dimessa. – Bornaghi: maggiore comunicazione, commissione bilancio, controlli periodici; non si attraggono nuovi investitori, spesa sociale forte. Voto contrario.
    – Forcella: voteremo a favore. Siamo in difficoltà per essere attrattivi e le case non si vendono con le attività commerciali che non vanno bene anche se abbiamo il passante ferroviario.

    (9 Sì e 1 No)  (Immediata esecutività: 9 Sì e 1 No)
  9. Modifica artt. 3 e 4 della Convenzione urbanistica per la realizzazione di alloggi al servizio delle Forze dell’Ordine in zona IG2 con valore di Permesso di Costruire tra il Comune di Cassano d’Adda e Lucerna Società Cooperativa Edilizia a r.l..
    – Assessore Simona Merisi: la convenzione è del 2003; il ricorso con la data fissata al 16/%  per l’udienza, ma c’è l’accordo con scambio di favori per la Caserma.
    – Bornaghi: si sono allargate le maglie ad altre Forze dell’ordine ed ai parenti, ma gli altri costruttori sono penalizzati.
    – Forcella: assessore l’Amministrazione comunale deve fare una scelta giusta non per mantenere la Caserma a Cassano 
    senza condizionamenti.
    – Bornaghi: perchè sono stati modificati i pareri dall’ufficio?
    – Merisi: le spese non sono state ancora pagate perchè c’è già l’accordo tra le parti; nessuna agevolazione, ma allargamento ad altre forze dell’ordine. La Tenenza rimane.
    (9 Sì e 1 No)  (Immediata esecutività: 9 Sì e 1 No)
  10. Integrazione criteri generali per adeguamento Regolamento degli uffici e dei servizi ai principi contenuti nel D.Lgs. 150/2009, come modificato con D.Lgs 74/2017 e per l’affidamento di incarichi individuali di collaborazione autonoma.
    – Sindaco: ok al corso.
    (UNANIMITA’)
    (Siamo presenti in 4 cittadini, 3 di Cassano Obiettivo Comune ed il sinistro Pasquale Colombo, la giornalista Laura Spinelli e la Vigilessa)
  11. Interpellanza in merito all’abbattimento delle barriere architettoniche e all’accessibilità urbana.
    – Bornaghi: Canali ha fatto parte della consulta servizi Sociali; barriere davanti alla farmacia in via Veneto, in via Leonardo da Vinci, alla stazione ferroviaria ed il TECA senza bagni pubblici al piano terra.
    – Assessore Vittorio Caglio: dovere di porre attenzione e c’è il piano del 2004 fatto dall’Assessore Maviglia; TECA con abbattimento delle barriere architettoniche; nel luglio 2017 c’è stato l’incontro intersettoriale degli uffici con i Commercianti ed Associazioni per disabili che dal 2018 partirà come i marciapiedi in via Leonardo da Vinci.
    – Bornaghi: dal 2004 ad oggi 2018?
    – Forcella: vero!

    OLYMPUS DIGITAL CAMERA

    – Sindaco: non accetto!
    A questo punto dell’ordine del giorno eravamo presenti in pochissimi, ma solo 3 collegati a “Cassano Obiettivo Comune” ed il sinistro Pasquale Colombo, i giornalisti Laura Spinelli e Stefano Dati con la Vigilessa:

      Foto di Stefano Dati

  12. Interpellanza in merito al parco giochi sull’alzabandiera e allo stazionamento di autocaravan e veicoli attrezzati per l’abitazione nell’area di via Mazzola.
    – Bornaghi: la piscinetta? Degradante, trampolino senza sicurezza, ma chi è stato avvisato? Mercoledì gratis? Piazza al degrado. Suolo publlico gratis? Gli uffici comunali si parlano? Non è il modo di rilanciare il turismo. Avvisate le scuole dell’arrivo di bambini che creano problemi a scuola perchè non rimangono pochi giorni, ma 6 mesi; la permanenza prolungat a scuola dei bambini va concordata perchè hanno bisogno di educativi speciali.
    – Merisi: famiglie con bimbi a scuola ed un parente ammalato in ospedale; la preoccupazione principale era la continuità scolastica, meno male che se ne è accorta la Consigliera Bornaghi che è una maestra.L’accordo era coi Commercianti per una festa itinerante ed al TECA; la piazza no per l’uso contestato dell’anno prima;trenino come al solito. La Polizia locale ha trovato alcuni abusivi e sono stati denunciati; sono andati via prima per il nostro falò. La signora Bassani ha mandato l’E Mail alla scuola.
    – Bornaghi: non sono soddisfatta per niente; i bambini restavano solo dalla festa di Cassano a quella d’Inzago. Sono stata colpita sul personale come insegnante. La pista di pattinaggio sul ghiaccio senza progetti e senza controllo coi danni sull’alzabandiera. Si deroga per mesi. Ci piacciono le cose fatte bene.

    Post scriptum: mentre interviene la Consigliera Bornaghi e poi risponde la Merisi l’Assessore Massimo Ughini( diventato famoso perchè non voleva la “Protezione senile” al posto della “Protezione senile”) dorme.

Il Segretario comunale Giovannino Palma comunica: il I° aprile maturerò 42 anni di lavoro ed andrò in pensione, sono stato onorato di aver servito questa comunità.
Alle ore 00 e 15 è termina la seduta consiliare.

L’ex Cancelliere del Tribunale Ugo Sarao, che si è candidato ovunque( Europa, Senato, Camera, Regione, Provincia e comuni di Cassano, Aosta e Milano), aveva quasi convinto due amici( donna ed uomo) a candidarsi a Roma nella sua listaPensioni & Lavoro” ma nella raccolta di firme nel suo ufficio in via Mazzini un ex politico cassanese si è firmato con “Matteo Renzi” facendo saltare le due candidature.
Pertanto Ugo ed io ci siamo trovati candidati a Senato e Camera; siamo andati il 25 gennaio al mercato a raccogliere firme dei cassanesi con l’Avvocato Renato Colombo:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Dopo un lavoro immane perchè la documentazione per queste elezioni era più complicata del solito secondo l’esperto Ugo, abbiamo raccolte molte firme di cassanesi e siamo andati anche nei comuni d’Inzago, Pozzo e Cambiago a richiedere certificati elettorali; purtroppo per mancanza di tempo Ugo non è riuscito ad andare anche a Melzo e Milano per richiedere altri certificati; l’ultimo giorno utile Ugo si stava recando a Milano col treno quando ha scoperto che era stato soppresso.
Pertanto a fine gennaio si è chiusa la mia esperienza di candidatura parlamentare.
Dopo pochi giorni Giuseppe Mancuso che si era candidato nel 2016 con Elena Bornaghi nella lista civica “Cassano Obiettivo Comune” mi ha chiesto un aiuto in quanto si era candidato in Regione Lombardia per il centro destra nella lista civica “NOI con l’Italia LIBERTAS”; ho accettato di dargli una mano come ex Consigliere indipendente “DC”( 1990-92 con la Democrazia Cristiana LIBERTAS) andando con lui dai Vigili a richiedere gli spazi.
E così giovedì 15 gennaio mi sono recato con Giuseppe al mercato a far propaganda ed ad appendere manifesti con Raffaele D’Aloi:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ho partecipato a tutte le iniziative di Giuseppe e ad alcune dove trattavano argomenti molto importanti come la Sanità con l’Assessore regionale Giulio Gallera e la Sicurezza con l’ex Ministro Ignazio La Russa; ieri al mercato sotto la neve c’erano solo quelli del “PD” per propagandare il loro evento in TECA di oggi pomeriggio; al Dopolavoro nel tardo pomeriggio sino a sera la candidata Simona Merisi coi suoi di “Liberi e Uguali” dell’Adda-Martesana chiuderanno la loro campagna elettorale perchè martedì scorso la Presidente della Camera Laura Boldrini non ha potuto venire al TECA:

 

Ugo ha trovato una nuova collocazione come “Pensioni & Lavoro” appoggiando i repubblicani ed ha ripreso dopo alcuni anni a riappendere i suoi manifesti:

Purtroppo gli avversari politici sono tremendi non solo coprendo i manifesti di Giuseppe; i Verdi sono spariti dopo la discussione accesa davanti alla COOP Lombardia di sabato pomeriggio in quanto l’ex Senatore Natale Ripamonti ha fatto intervenire i Carabinieri contro la propaganda di Giuseppe e domenica mattina per il vento freddo non hanno fatto niente come ieri al mercato con poche bancarelle sotto la neve, dove ho distribuito i santini con Giuseppe e Raffaele; questa sera Giuseppe Mancuso ha organizzato una cena alla “Locanda del Pellegrino” per la chiusura della sua campagna elettorale come unico candidato cassanese del centro-destra:

 

 

 

Giuseppe Mancuso( l’unico candidato cassanese in Regione Lombardia per il centro destra che si era candidato nel 2016 con Elena Bornaghi nella lista civica “Cassano Obiettivo Comune”) ha inaugurato, in via Manzoni n° 6, la sede di “NOI con l’Italia LIBERTAS” domenica scorsa alla presenza del Consigliere regionale Alessandro Colucci e del responsabile della Martesana Nicolas Gallizzi.
Dopo l’intervento di Nicolas, ha parlato Giuseppe che ha ricordato di aver lavorato tanti anni fa nella scuola Guarnazzola, poi a Gessate ed adesso a Monza, è stato nominato Presidente della Federazione ATA( Sindacato autonomo degli Assistenti Amministrativi nella scuola) ed il suo motto è il seguente: Istruzione Lavoro Famiglia.

Post scriptum: Giuseppe ha ascoltato i miei consigli da ex candidato alla Regione nel 2013 senza l’appoggio degli alleati di Giunta( bandiere, santini, vele e volantinaggio sia al mercato, piazze e chiese non solo di Cassano), ma purtroppo anche i suoi manifesti sono stati coperti da avversari politici.

 

Finalmente ieri ho visto il manifesto dei candidati in Regione Lombardia ed i Cassanesi dovrebbero essere 4:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Giuseppe Mancuso, nato ad Agrigento il 23/7/1969 residente a Cassano da 20 anni; è l’unico candidato del centro destra in Noi con l’Italia LIBERTAS; si era candidato nel 2016 con Elena Bornaghi nella lista civica “Cassano Obiettivo Comune”:

 

2° la Consigliera comunale Claudia Mapelli, nata a Treviglio il 17/4/1996, è candidata col centro sinistra con “insieme” nei Verdi; si era candidata nel 2016 con Roberto Maviglia nella lista civica “Cassano Etica Ecologista”:

 

Jonathan Colombo, nato a Cassano il 14/1/1977, è candidato col centro sinistra con “insieme” nei Verdi; forse era il tesoriere nel 2016 della lista civica “Cassano Etica Ecologista” in quanto amico di Roberto Mavigliasuo fratello Laurent è più famoso per il processo a Lodi sull’Ananasso e perchè ha denunciato sia me che la Consigliera comunale Elena Bornaghi della lista civica “Cassano Obiettivo Comune”.
Ivano Cipollaro, nato a Cassano il 12/10/1979, è candidato col centro sinistra con “Lombardia PROGRESSISTA”.