Feeds:
Articoli
Commenti

Ho appena partecipato all’incontro organizzativo del Comune per la “Notte Bianca 2019” in Biblioteca; al termine, uscendo in strada Laurent Colombo mi ha appena offeso ben 2 volte davanti al mio Presidente AIDO Paolo Arrigoni; non vorrei denunciarlo, ma l’ho già tolto dai 3.609 amici e/o nemici su Facebook!

Sul blog politico, dopo 10 giorni ben 2.615 visite che poteva farmi battere il record mensile del marzo scorso con 5.899 visite:

Anche oggi al funerale di Primo Scaramuzza mancavano i Vigili dietro e pertanto ho chiuso io il corteo con la mia bicicletta con l’adesivo:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Purtroppo dal Cimitero, lungo le mura della discesa al Linificio si intravede ancora la scritta coperta, ma ci sono altre scritte oltre a quella diventata famosa un mesetto fa:

Lenzuolo elettorale PD tolto appena terminate le elezioni europee:

Coincidenza del Concerto della Banda Musicale al TE.CA. mercoledì sera col Consiglio comunale dove si voterà sulla concessione del TE.CA.:

Sabato mattina manifestazione per la Tangenziale:

Nel pomeriggio inaugurazione ECOISMI ed il Cassanese L.C. mi ha appena scritto:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Domenica 23 “XIX Sangiovannino” al Circolo Fotografico “Gino Ascani” presso lo Julia:

Venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 come mai non c’è nulla al TE.CA. dopo un mese di spettacoli GRATIS ed 1 ad offerta libera, ma con un errore di numero( Lunedì 10 anzichè 11)? Forse si aspetta il voto favorevole dal Consiglio comunale sul TE.CA. per regalarlo per 6 + 3 anni ma facendolo pagare ai Cassanesi per 30-35 spettacoli gratis ben 60.000 € all’anno?

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sindaco e Vice, basta cooperative a Cassano d’Adda! Il Presidente “Cavaliere” della cooperativa “Solleva” Luigi Gasparini( ex professore) vuole Volontari e lo capisco perchè prima a gestire l’isola Borromeo c’erano ben 3 cooperative con 3-4 dipendendeti fissi e 6-7 stagionali: Alboran, Batracos e La Goccia.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Chiudo con un cartellone che mi ha inviato un amico proprio il giorno prima delle elezioni europee e col dubbio che mi resta sul “Murales” con rinfresco in Biblioteca: che sia stato sponsorizzato dalle ACLI come la campagna elettorale per le Europee col 5%o IRPEF del 2016?

Annunci

Mercoledì ho scritto che il Sindaco Roberto Maviglia era assente nel pomeriggio al funerale del prete cassanese don Sante Braggiè, ma ho scoperto su Facebook che era presente con tutti i Soci subito dopo per l’inaugurazione del “Murales” in Biblioteca concluso col “super rinfresco” forse sponsorizzato dalle ACLI?

Anche su “Il Giorno” di venerdì Stefano Dati ha scritto qualcosa in merito all’assenza del Sindaco:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ieri sera c’è stato nel Palazzetto-Piscina di Cassano d’Adda il Saggio Estivo dell’ASD Ginnastica “TREVICASS” con “AIDO” Cassanese.
Mercoledì mattina sono arrivati gli opuscoletti del Saggio ed ho iniziato a distribuirli inserendo nelle bacheche comunali( TREVICASS ed AIDO) le fotocopie; ieri mattina il Presidente Massimo Lo Cascio “Presente” mi ha dato uno scatolone di opuscoletti che ho piazzato sulla bicicletta e ne ho portati in Comune, biblioteca, parrucchiere, gelateria e bar; nel pomeriggio mi sono recato sempre in tenuta estiva( pantaloncini e ciabatte) davanti alla scuola elementate “Guarnazzola” dove stavano festeggiando per la chiusura dell’anno scolastico con canti, discorsi, musica e rinfresco per distribuire gli opuscoletti( dove su alcuni ho scritto giorno, posto ed orario) invitandoli anche al Saggio.
Sono rientrato a casa a rinfrescarmi ed in automobile ho portato gli opuscoletti rimasti ed il materiale “AIDO” (tavolino, banner, 2 striscioni, palloncini e volantini) nel Palazzetto-Piscina dove mi hanno raggiunto sia la Presidente provinciale Silvana che gli iscritti( Paolo, Maria, Vanda, Piero, Floriana e Papaianni).
Ho salutato come ex-Presidente “Passato” tutti quelli che conosco della TREVICASS baciando la mia “Campionessa” Martina Vergani; il Saggio è iniziato poco dopo le ore 20.00 con la sfilata.
Ho fotografato la manifestazione con 2 fotografi( Gianpietro Braga e Roberto Alloni) ed ho conosciuto il nuovo Allenatore con le nuove Allenatrici.
Il Vice Presidente Ivano Lucchetti ha presentato la serata ed il Presidente Massimo ha parlato della nuova collaborazione di TREVICASS con AIDO, mentre quasi al termine il Presidente dell’AIDO Cassanese Paolo Arrigoni ha consegnato un quadretto alla TREVICASS appena terminato dalla socia Elide; il Presidente Massimo ha ringraziato il “Futuro” (Consiglio Direttivo, Allenatori-Allenatrici, Atleti-e con Genitori e famigliari) mentre venivano consegnati dei regalini agli Allenatori ed alle Allenatrici-Atlete.

Oggi pomeriggio c’è stato il funerale del prete cassanese don Sante Braggiè nella Parrocchia di San Zeno con la Santa Messa celebrata dal Vescovo Antonio Napolioni.
Il Vescovo ha ricordato il giovane prete nel suo impegno nelle parrocchie cremonesi.
Erano presenti molti cittadini cassanesi, anche diversi suoi coetanei del 1959 e c’erano delegazioni dei Comuni dove ha svolto il suo mandato ecclesiastico: c’erano anche 4 Sindaci con la fascia tricolore!
Tutti i Cassanesi hanno notato la mancanza del Sindaco Roberto Maviglia( forse impegnato come ogni mercoledì in Milano Città Metropolitana per la nostra Tangenziale?) o dei suoi sostituti Assessori-Consiglieri comunali di maggioranza.
Una macchina dei Vigili precedeva il corteo funebre diretto al cimitero ma nessun Vigile c’era a bloccare il traffico in via Vittorio Veneto e mentre il corteo girava in piazza Garibaldi, tanto che le macchine ci stavano appresso.
Mi sono sfogato col mio ex collega-assessore Andrea Gaiardelli!

Quasi un mese fa e precisamente l’8 maggio avevo pubblicato https://colomboangelo.wordpress.com/2019/05/08/cesso-comunale-al-mercato-guasto-sindaco-maviglia-e-soci-caglio-ughini-perche-i-cartelli-di-giovedi-25-aprile-col-divieto-di-sosta-non-sono-ancora-stati-tolti/
Ieri a mezzogiorno, mentre rincasavo in bicicletta per il pranzo ho visto la cassetta di cartone appesa alla maniglia del WC che si utilizza ogni giovedì al mercato

Post scriptum: di fianco al WC c’erano delle carte di confezioni alimentari buttate a terra oltre a 2 sacchi in plastica pieni di erba tagliata in qualche giardino cassanese che degli “Incivili” hanno depositato per non andare a portarli nella discarica comunale; siccome molti politici sono come “Pinocchio”, qualcuno si è già portato avanti con la scritta, conoscendo i tempi lunghi dei politici per risolvere i problemi dei Cittadini!

Ieri mattina dopo la Messa delle ore 7 e 30 in parrocchia di San Zeno ho fotografato i portoni del Comune senza pubblicità per la manifestazione “Cassano Città dello Sport”.
Sempre in bicicletta mi sono recato in piazza Garibaldi per salutare il mio Presidente della Pro Loco Francesco Testa al mercatino dell’antiquariato e poi al Centro Sportivo per consegnare le biciclette che avevano parcheggiato nel deposito dello sci di fondo del CAI i ciclisti del “Velo Club Cassano d’Adda” ed il banchetto dell’AIDO, dato che sia il Comune che l’organizzazione non hanno messo a disposizione dei depositi od allestito un servizio di guardiania notturna.

Alle ore 10 mi sono trasferito a “SpazioCittà” per la Festa della Repubblica; c’era il Vice Sindaco Vittorio Caglio che puliva per terra con Daniel Bike, mentre l’ex Capo Ufficio Marco Galbusera aveva organizzato il tutto; alle 11 è arrivata anche la mia Consigliera comunale di “Cassano Obiettivo Comune” Elena Bornaghi ed altri amici.

Prima dell’aperitivo conclusivo e del brindisi per la Repubblica( è il secondo rinfresco che salto come quello di sabato dopo l’Incontro per lo Sport) sono ritornato al Centro Sportivo passando per il “Parco dei Pinguini”.

Nel pomeriggio sono ripassato dalla ciclabile in corso Europa dove sabato ho incontrato la moglie dell’Assessore Massimo Ughini in compagnia di amici-amiche proprio sotto agli aghi dei rami dei pini che se non hai gli occhiali ti entrano negli occhi( lo segnalerò all’Ufficio Ambiente con le foto); sotto il pallone ho incontrato la mia ex impiegata Maddalena Bassani impegnatissima sabato per tutto il giorno, ancora impegnata per la manifestazione anche se in giro con la famiglia); mentre c’era Carlo di Fara con Paolo( come sabato pomeriggio) sono passato davanti al bus-navetta che ha fatto servizio per i 2 giorni ed ho fatto un salto al Palazzetto-piscina-ex bocciodromo a vedere e salutare; purtroppo sotto il pallone dell’ex bocciodromo c’erano ancora gli armadietti della bocciofila cassanese; sono ripassato dagli arcieri per assaggiare un pezzetto di torta e per recuperare le 2 panchine che gli avevo prestato per il pranzo; poi con Paolo abbiamo smontato il banchetto dell’AIDO, mentre i ciclisti caricavano in automobile le bici ed aiutavano le amiche di Como dei monopattini a chiudere il gazebo.

Paolo ed io ci siamo recati in Oratorio per la finale del 10° Trofeo “Francesco Obinu” organizzato dalla “Pierino Ghezzi” con l’AIDO che era stato rinviato a questa settimana dal cattivo tempo di settimana scorsa; la prima finalina per il terzo posto è terminata in pareggio e si sono calciati i calci di rigore; la finale dei 2002 tra “Pierino Ghezzi” dove gioca il capitano Simone( fratello di Francesco) contro l’Albignano del mio amico Filippo La Capra è stata vinta dai secondi; le premiazioni sono state effettuate anche dal Vice Sindaco Caglio che ha la delega allo Sport dal declassamento di Galbusera; l’Assessore nel lungo discorso non ha fatto promesse ma si è capito che non ricordava bene la tragedia; dopo la fotografia del Direttivo AIDO con la mamma di Francesco abbiamo cenato sotto i portici e Daniel Bike ha voluto fare un selfie con me dove si vede che ero distrutto dopo 2 giorni di impegni sportivi, sociali, religiosi, istituzionali e culinari.

Post scriptum: nel pomeriggio al Centro Sportivo, mentre ero nel palazzetto, sono passati 2 giovani che hanno distribuito i volantini della manifestazione in concorrenza con “Cassano Città dello Sport” che si svolgerà durante la Sagra patronale e che si chiama “Piazza Multisport”.

Ieri mattina alle ore 10 c’è stata l’apertura ufficiale della manifestazione “Cassano Città dello Sport” sponsorizzata da COOP Lombardia al Centro sportivo “Giacinto Facchetti”, la Banda Musicale cassanese e Radio DJ hanno diffuso musica ai presenti.
Oltre al Sindaco Roberto Maviglia, agli Asseessori, la Rappresentante del CONI ed ai pochi cassanesi c’erano pochi bambini e bambine; il cineoperatore di SKY in ritardo si è fatto aspettare per un’ora abbondante; ha parlato solo il Vice Sindaco Vittorio Caglio che è delegato allo Sport da qualche mese.
Non c’erano tanti bambini sia sulla pista d’atletica che sull’anello stradale del pattinodromo( sui pattini o in bici o sui monopattini) che nel campo di tiro coll’arco gestito dagli “Arceri dell’Adda”; verso mezzogiorno mi sono recato sempre in bicicletta all’isola Borromeo dove sono passati pochissimi bambini-e, mentre al Canoa Club non hanno visto nessuno; mi sono fermato in piazza Castello( Generale Giuseppe Perrucchetti) dove c’era soltanto Federica della “All Dance Studio” che ha visto solo alcune bambine.

Nel pomeriggio mi sono recato sempre in bicicletta al Centro sportivo col saccone, mentre aspettavo sul ponte il mio Presidente Paolo Arrigoni ho notato che gli striscioni fissati male svolazzavano, nel saccone c’era il banchetto AIDO che ho allestito col Presidente di fianco al gazebo della Banda all’ombra e di fronte c’era quello del ciclismo “Velo Club Cassano d’Adda” . Più tardi ho fatto un salto in palestra di corso Europa dove la “Ginnastica TREVICASS” si stava allenando ed avevano assistito alcune bambine.
Sono ritornato al Centro sportivo sino alle ore 17 e 30.

Poi mi sono recato in biblioteca per l’incontro su “Etica e Sport” dove il giornalista Filippo Grassia ha fatto domande all’ex campionessa di sci di fondo( che avevo conosciuto prima sotto il gazebo della Banda) Manuela Di Centa che ha detto molte cose interessanti:
Non eravamo considerate come donne sciatrici perchè lo sci è uno sport da uomini; sono stata schiacciata nella mia dignità; in una gara in Scandinavia per il controllo del sesso mi sono trovata di fronte ad un medico uomo che mi ha fatto spogliare lascandomi in mutandine. La staffetta femminile di atletica leggera è stata criticata l’anno scorso perchè multietnica. A Vancover nel 2010 le donne non potevano saltare con gli sci dal trampolino perchè potevano farsi male, ma ho reagito dicendo che anche gli uomini potevano rompersi le “palle”. Premi diversi tra uomini e donne, meno soldi alle donne perchè più poche. Per Etica i soldi pubblici ed il rispetto devono essere uguali sia per gli uomini che per le donne. Uno dei miei impegni al CONI ed in politica è stato l’introduzione del liceo sportivo. Perchè nell’università gli atleti sono considerati meno concentrati? Ho assistito ad un’ora di sport oggi, ho visto 2 bambine che si aiutavano ad allacciarsi i pattini. Lo sport ha unito le 2 Coree.
– Filippo: parlaci dell’aspetto “Fair Play”; hai vinto moltissimo; le condizioni per migliorarsi?
– Manuela: dietro a me c’era una squadra( allenatore, tecnico e membri della squadra) che condivide il dispiacere del risultato mancato. Quando ero ricoverata all’ospedale ho compilato una lista di chi mi aveva visitato o telefonato e quando ho vinto ho compilato un’altra lista ed ho fatto la classifica: prima viene la famiglia, poi chi ti vuole bene ed infine gli altri. Sono importanti i riferimenti etici. A mio fratello ho detto che l’aspettavo all’arrivo della 50 chilometri anche se era in crisi; ha vinto la medaglia d’oro.

Terminato il suo intervento l’ho applaudita, ma non ho potuto fermarmi ad ascoltare il motociclista Giacomo Lucchetti( l’avevo conosciuto prima con Manuela e sono ritornato al Centro Sportivo per mettere nel deposito dello sci di fondo del CAI le bici dei ciclisti ed il banchetto dell’AIDO.
Ho saputo che nel palazzetto dello sport ci sono state solo 2 bambine, ma una delle due frequenta già i corsi di pallavolo femminile “Adda Volley”.
Oggi altra giornata sportiva sempre al Centro sportivo col banchetto AIDO, ma farò un salto nel palazzetto-piscina ed al campo di tiro coll’arco.