Feeds:
Articoli
Commenti

Sabato scorso in via Zappatoni entrambi i marciapiedi( destra e sinistra) erano vietati ai pedoni:

Ieri mattina in via Vittorio Veneto di fianco all’Oratorio San Giovanni Bosco ho trovato questa assurda e pericolosa situazione:

Nel pomeriggio mi sono recato in automobile alla stazione ferroviaria ed ho visto che il passaggio sul ponte era bloccato e pertanto mi sono ricordato di quanto aveva scritto su Facebook una cassanese e le ho preso 2 foto( Fine Lavori 18/8/2018):

Annunci

L’anno scorso avevo postato:

Quest’anno ho presenziato solo ieri, ma ho visto su facebook le fotografie della Tombolata animata dal Parroco don Giacomo giovedì e della pioggia di sabato ed il video della Santa Messa solenne celebrata dal Parroco venerdì sera per la festa liturgica di San Bartolomeo con il rito dell’incendio del faro.
In mattinata ho fatto un giretto in mountain bike lungo il naviglio Martesana per assistere alla partenza della 5° Edizione del “Motorudun” (sponsorizzato da Banca Mediolanum di Paolo Passi) piuttosto rumoroso ed inquinante, tanto che non sono passato in via Calabiana dopo la loro partenza ma nel cortile interno, in piazza Caprara c’erano gli scultori in legno dei “Crapa da legn” ed alle 10 e 30 ho presenziato alla Santa Messa solenne celebrata dal Parroco che ha ringraziato i presenti col Vice Sindaco Vittorio Caglio e l’Assessore Massimo Ughini, ma erano presenti anche 2 ex Sindaci “groppellesi” (Piersandro Colombo e Sergio Bestetti); il Presidente del Canoa Kayak Club Cassano Silvano Tresoldi stava preparando coi suoi soci i gommoni per la navigazione sul naviglio.
In serata sono ritornato in automobile per cenare coi Volontari in “toga party” dell’antica Roma, per vedere la mostra fotografica e pittorica in villa Arcivescovile curata da Paolo Maria Motta(fotografo) e Beniamino Motta(pittore), per fare una visita in chiesa prima dell’arrivo della processione con la statua di San Bartolomeo ed assistere allo spettacolo pirotecnico che ha preceduto quello di Fara Gera d’Adda per Sant’Alessandro.

Post scriptum: purtroppo sabato la pioggia ha rovinato la serata, ma domenica sera mi sono accorto che in via Calabiana c’era una buca in strada e mi sono chiesto subito perchè il Vice Sindaco che ha la delega ai Lavori pubblici non l’ha fatta sistemare prima della festa?

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Settimana scorsa il Sindaco Roberto Maviglia ha condiviso un post su facebook dell’assessore regionale al Turismo Lara Magoni:
<<Ieri ho avuto il piacere di ospitare ed accompagnare l’assessore regionale al Turismo Lara Magoni per una breve visita alla nostra città, e sono contento che ne sia rimasta affascinata. Grazie a Lara Magoni per la visita, la piacevole conversazione e l’attenzione verso la valorizzazione del nostro territorio.>>
In 4 hanno commentato il post: un lecchino, Max Bupo Erwanix “Roberto, l’hai portata anche sulla tangenziale, alla stazione, in via Verdi, in via Mazzini, al traversino e dintorni dopo il weekend? Forse avrebbe cambiato leggermente idea.”, Losi Maurizio “Magari a passeggio per le vie della città assaggiando i prodotti tipici locali: zanzare, moscerini ecc.” e Moriggi Cristiano “Bisogna portarlo sul traversino e lungo fiume a raccogliere I rifiuti…Sabato e Dominica e non l’altra faccia della medaglia quella di comodo.”.

Il Segretario cittadino di “Fratelli d’Italia” Giovanni Albano, che era stato Assessore al Turismo( 2006-10) e che sta organizzando incontri segreti delle forze politiche di destra senza la Lega sia a Cassano che a Groppello, è stato interrogato in piazza sulla visita ma non ne sapeva niente. 

Assenti: Lorenzo Colombo e Chiara Ripamonti del PD, Andrea Moretti della Lega e Marco Crippa di Forza Italia.

1 Approvazione POFIT – Piano dell’offerta formativa integrata territoriale per l’anno scolastico 2018-2019. – Rossana Andreoni( Cooperativa Milagro): siamo un pilastro della scuola ed effettuiamo un percorso competente dal 2014 con pre-post scuola, centro estivo e trasporto scolastico; la nostra cabina di regia rende efficace ed efficiente il servizio col percorso formativo dei minori; seguiamo anche le politiche giovanili.
– Assessore Aristide Caramelli: POFIT  col contenimento dello spreco alimentare; il trasporto scolastico è stato studiato dal PIM; la GEMEAZ gestisce la mensa; la spesa è uguale a quella dell’anno precedente; ci sono 1.867 studenti; Cascine San Pietro è seguita meglio per i pochi studenti; il costo del pasto è allo studio; la morosità è notevole; nei sopralluoghi col Capo servizio ho notato molto cibo avanzato; ho presentato un progetto contro lo spreco alimentare che ho scoperto che era già usato altrove; manca una educazione alimentare; serve dell’animazione in mensa; il bando per il trasporto è ancora in corso dato che il servizio è molto costoso( si recupera circa il 26%); i contributi per le 2 scuole parificate sono invariati ed al Liceo Giordano Bruno diamo 3.000 €; ho ripristinato le borse di studio( n° 4 di 100 € per i primi 3 anni delle superiori, 4 di 100 alle quarte, 4 di 150 alle quinte, 4 di 200 alle università e 2 di 250 per laurea quinquennale; la formazione Scuola-Lavoro ha 9 progetti.
€ 1.175.00 di uscite e 140.000 di entrate.

Mario Albè( Lega): apprezzo quanto fatto dall’Assessore, ma non possiamo trascurare gli aspetti degli edifici scolastici come quello del Quintino di Vona che è vecchio; l’efficientamento energetico’ è stato eseguito, ma non completato.
– Presidente del Consiglio: non servono le osservazioni sugli edifici.
Elena Bornaghi( Cassano Obiettivo Comune): ringrazio l’Assessore, anche se manca il Funzionario per malattia; le aule scarseggiano; è positivo razionalizzare il trasporto che è molto costoso; 208.000 € d’insolvenza possono creare rischi con le famiglie che si rivolgono al Comune o con peggioramento del servizio a scapito dei dipendenti; ci sono delle carenze strutturali; l’edilizia scolastica e gli arredi sono da migliorare, l’ambiente scolastico è rumoroso e quindi occorre investire nel benessere.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

– Roberto Cantù( Etica): il 50% dei costi sono per utenze ed assistenza ai disabili che non può essere diminuita; per le utenze la Città metropolitana cosa potrebbe fare?
– Marina Coppo(PD): è una scelta di rinnovamento.
– Giacomo Forcella( Sinistra): le utenze ed i trasporti costano; la manutenzione è importante come la morosità.
– Mario Cerri( Lega): 3.000 € per le borse di studio sono pochi contro i 15.000 di ulteriori spese.
Sindaco Roberto Maviglia: dal 2011 abbiamo scelto d’investire; scuola e servizi sociali hanno collaborato; i costi non sono comprimibili, ma vanno spesi meglio; stiamo studiando per migliorare le piccole manutenzioni; nella scuola media è stato effettuato l’efficientamento energetico e sono stati cambiati i pavimenti con lo sblocco del Patto di Stabilità. Ho la delega in Città metropolitana per la scuola ed ho saputo dal Funzionario che hanno diminuito i fondi da Roma e sono stati chiusi alcuni uffici. Servirebbe un tavolo di lavoro congiunto per sperimentare aule con nuovi arredi da inserire nel Bilancio partecipato. Morosità: ci sono 6 tariffe con la più bassa ad 1 € e quella esente che dovrebbero evitarla; per i furbi la riscossione sarà anche aggressiva.
Assessore: sono soddisfatto per il dibattito costruttivo; la morosità è nella fascia più alta.
Bornaghi: le criticità sollevate l’anno scorso sono state accettate e spero anche per quelle di quest’anno; col progetto del Linificio ci sarà bisogno di altre classi.  (UNANIMITA’)

2 Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi, salvaguardia degli equilibri di bilancio e variazione n. 8/CC di assestamento generale del bilancio triennale 2018/2020.
– Sindaco: solo  52.000 € di variazione, ma abbiamo recuperato il 35% dei residui attivi.
 Bornaghi: va bene la morosità per la mensa perchè devono mangiare, ma per il trasporto scolastico ed il pre-post scuola non possono essere morosi.
– Sindaco: inviamo gli avvisi e poi ci sarà la parte coattiva.
Forcella: servono obietivi concreti per la fine della legislatura, dato che siamo a metà; il mondo del lavoro cassanese deve essere migliorato come la scuola con edifici che dovrebbero essere unificati( anche se più scomodi da raggiungere) in un unico edificio per risparmiare le utenze.
( 9 Si e 4 No) ( Immediata eseguibilità: 9 Si e 4 No)

Il 17 settembre 2014 avevo postato:   .
L’11 luglio scorso .
Ci sono stati circa 150 atleti in meno rispetto all’edizione precedente.
Avevo ricevuto dal Presidente  dello “Skating Club Cassano d’Adda” Roberto Villa l’invito per mercoledì sera alla Cerimonia di Apertura nel pattinodromo cassanese “Dino Galliazzo” con le autorità e gli sponsors, ma ho preferito sedermi tra il pubblico; non c’era la Banda di Cassano, ma quella di Vignate con 2 cassanesi( Buratti e Casati); è stato ricordato l’amico “Dino Galliazzo” al quale è stato intitolato l’impianto sportivo; sono state consegnate delle targhe anche agli assessori ed al Presidente del Consiglio comunale che non le meritavano in quanto non han fatto nulla per la manifestazione. Sono rimasto male( pensando alla contestazione del 2014 per l’asfaltatura) quando al termine è entrata anche un’automobile sull’asfalto per una dimostrazione di salto col trampolino.

La pioggia di venerdì sera ha creato qualche rinvio alle gare, ma il vento ha divelto i gazebo bianchi posizionati nel campetto di calcio.
Sabato pomeriggio ho seguito le gare con le premiazioni effettuate anche dall’Assessore regionale Martina Cambiaghi della Lega che ha ribadito il sostegno regionale agli sport minori.

In serata l’ultima gara in programma “metri 20.000 ad eliminazione” maschile è stata contestata per alcuni errori d’eliminazione dovuti ad atleti ritirati e caduti; pertanto dopo una lunga attesa si è proceduto al recupero della “metri 10.000 ad eliminazione” femminile.

Non ho assistito alle premiazioni perchè non hanno coinvolto i parenti di Dino che erano tutti presenti( moglie Franca, i figli campioni mondiali Oscar e Stefano con famiglia), ma effettuate dal Vice Sindaco Vittorio Caglio( che non ha fatto pitturare le gradinate dagli operai del Comune, ma da un’impresa) e dall’Assessore Arianna Moreschi che ha invitato ad andare ad Inzago a giocare a calcio.

Domenica mattina ho fatto un giro al Centro Sportivo “Giacinto Facchetti” dove stavano pulendo e smontando i Volontari quanto allestito nel pattinodromo e gli Alpini sotto le tribune dello stadio di calcio “Valentino Mazzola” dove hanno allestito rinfresco, pranzi e cene; gli ultimi campeggiatori arrivati con campers da tutta Italia si stavano preparando( nell’area a loro riservata) per rientrare a casa.

La rassegna stampa è stata abbondante e ringrazio Stefano Dati per alcune fotografie, ma è mancato il collegamento televisivo RAI come nel 2014:

Purtroppo ho saputo solo domenica mattina che la fotografia del cartello che avevo condiviso su Whats App

per l’amico Salvatore, che voleva sapere delle vie chiuse giovedì scorso, riguardava le gare di velocità “sprint” effettuate sulla via per Cassano; hanno notato subito la mancanza dei Volontari della Protezione Civile negli incroci anche se aveva confermato la disponibilità l’Assessore Massimo Ughini( quello che non voleva la Protezione Senile).

Concludo riportando parte di un articolo: Venerdì 03 Marzo 2017    Il Cittadino (il quotidiano on line di Monza e Brianza)

“Pattinaggio a rotelle su strada: a Monza la guerra come spartiacque”
…Dopo i Mondiali di Cassano d’Adda, nel 1988, il pattinaggio a rotelle su strada ha i giorni contati: dagli U.S.A. è sbarcato il pattino in linea, una rivoluzione (commerciale) che cambierà i connotati della disciplina. Lo spartiacque è rappresentato dalla rassegna iridata di Roma 1992: dal giorno dopo, il pattino su strada sarà solo un straziante ricordo.

Assenti: Mario Cerri, Marco Crippa, Andrea Moretti, Francesca Moroni e Chiara Ripamonti

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

1 Approvazione verbali delle deliberazioni adottate nella seduta consiliare del 16 e 17 maggio 2018.

2 Ratifica della deliberazione di Giunta Comunale n. 95 del 13/06/2018 avente ad oggetto: “Variazione d’urgenza n. 6/2018 al bilancio di previsione 2018-2020”. – Il Sindaco Roberto Maviglia relaziona.     ( 9 SI e 3 NO)

3 Variazione di bilancio n. 7. – Il Sindaco Roberto Maviglia relaziona.     ( 9 SI e 3 NO) ( immediata eseguibilità: 9 SI e 3 NO)

4 Atto di indirizzo relativo alla destinazione urbanistica dell’area attualmente sede della Caserma dei Carabinieri. – Assessore Simona Merisi: la Prefettura ha deciso che a Pioltello verrà trasferita la Caserma dei Carabinieri traane il Presidio; il contratto d’affitto è scaduto a fine maggio; aspiriamo ad una Tenenza come c’è a Piotello. – Elena Bornaghi( Cassano Obiettivo Comune): chiediamo più tempo perchè ci sono tante opacità e tanti elementi di confusione; non sono allegate le varie lettere. La prima riunione dei Capi gruppo è stata annullata; ara commerciale anche su quell’area con il mese errato. Sulla bozza di delibera del consiglio c’era scritto UNANIMITA’ e perchè l’ha firmato il Tecnico comunale? Trasparenza? Chi ha tenuto i rapporti coi Carabinieri, Ministeri, Prefettura e proprietà? La Sidin Immobili Spa di Torino ha autorizzato lo Studio d’Architettura Gerosa di Monza per fare il Piano e come mai ci sono alcune frasi uguali? Prima serviva l’approvazione del Piano Commerciale.Sabrina Mapelli( LEGA): confermo la documentazione non completa; tipo B che significa? Se non c’è la risposta positiva l’area commerciale si farà comunque? – Bornaghi: è necessario un atto amministrativo? – Assessore: adesso c’è un abusivismo; il Consiglio comunale deve confortare il Tecnico e la Giunta. Tutte le proposte sono vere e siccome siamo responsabili iniziamo anche se il Comando va a Pioltello. – Sindaco: tipo B è Tenenza e ci sono i documenti; le spese di gestione sono dell’Arma. – Bornaghi: non sono un “gioppino” perchè ho chiesto tutto, ma non ho avuto tutto. Siamo tutti d’accordo a mantenere la Caserma a Cassano; ci voleva molta condivisione. C’è solo Verde che è d’accordo. Passaggi più trasparenti. Potevano partecipare altri operatori. Voterò contrario! – Lorenzo Colombo(PD): arriviamo al ridicolo, Assessore perchè ha risposto così e siamo rimasti male come Consiglieri comunali; la delibera è chiara. Verde è il responsabile di Cassano. C’è stata la manifestazione ed al Governo di centro destra la vogliono spostare ad Inzago. Se ci sono altri operatori si facciano avanti. Il PD voterà SI! – Roberto Cantù(Etica): polemiche pretestuose, ma volevo sapere perchè hanno scelto Pioltello. Etica voterà SI! – Sabrina: non siamo contrari. – Sindaco: è volutamente generica la parte commerciale e precisa per la Caserma; svilupperemo il lavoro; siamo disponibili al sabato mattina. Avevo proposto Affitto a riscatto, poi Casa Berva e poi Spazio Città. – Mario Albè( LEGA): l’Assessore non chiarisce e parla della SIDIN, mentre è una società di leasing di Milano come unica proprietaria dal catasto immobiliare, quindi è un atto impresentabile. – Presidente del Consiglio Luigi Cerrato: lei chiede di emendare? – Albè: posso ritirare perchè non voglio emendare nulla. – Segretario Angelo Guarneri: i documenti sono da analizzare. – Albè: ritiro. – Tommaso Aresi(Etica): il proprietario è sempre la società di leasing. – Giacomo Forcella( Sinistra): sono argomenti con riflessioni ed approfondimenti; come maggioranza facciamo uno sforzo. Non si vuole mantenere la Caserma a Cassano per la minoranza. Meno strutture costose sul territorio, ma più sicurezza. Basta campanalismi e tutto in tutti i comuni. Mi guarderei bene prima di dire “opacità”, ma si va nelle sedi opportune. Spero che il Ministro degli Interni si attivi per la sicurezza. La minoranza deve correggere per l’interesse comunitario. Votare contro è mettere in dubbio la permanenza della Caserma a Cassano. – Sindaco: il Comune sta sostituendo lo Stato che ha pagato l’affitto della Caserma e pagherà ancora. Entreranno gli oneri di urbanizzazioneper la restante parte. Non ci sono i verbali coi Carabinieri e Prefettura. – Bornaghi: dibattito aspro, ma acceso. Non abbiamo avuto degli incontri coi Carabinieri e con gli altri comuni.Albè: proprietà e visura storica dell’immobile. La proprietà è informata? Si ritira questo atto e si chiarisce partendo da capo. – Cerrato: sono trascorsi 20 giorni dal 2 luglio conferenza dei Capi gruppo. E’ sgarbato che sul lavoro dei Tecnici ci siano dei dubbi. – Forcella: come minoranza non dovete trovare appigli per votare contro. Se votate contro, non potete bloccare gli studi delle soluzioni per la comunità. – Assessore. la Sidin ha pagato il leasing, ci fidiamo dei Tecnici. Mi sono adirata perchè “opacità”  mi ha ricordato quanto successo nel mio ufficio prima di me. Facciamo tutto secondo le regole. Trasparenza e legalità.  ( 9 SI e 3 NO)

5 Adozione della variante al Piano Attuativo denominato PA7 via Cardinal Ferrari in variante al PGT vigente. – Sindaco: sensi unici e nuovi parcheggi. ( 9 SI e 3 Astenuti)

6 Modifiche al Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Cassano d’Adda. – Assessore Vittorio Caglio: fuochi liberi come previsto dal parco Adda Nord; campeggio autorizzato, bottiglie e bicchieri di vetro vietate, non abbandonare rifiuti, balneazione vietata con eccezioni, deposito cauzionale con versamento anticipato. Numero 19 allontanamenti dal I° gennaio al 30 giugno. – Albè. con un anno di ritardo la nostra proposta è stata recepita, ma c’è accattonaggio.Bornaghi: purtroppo ci sono stati eventi infausti nel fiume. – Forcella: facciamo i Regolamenti, ma dobbiamo dotare le zone interessate dei raccoglitori. L’accattonaggio c’è perchè avranno fame. – Colombo: è stato redatto dal Comandante dei Vigili. – Bornaghi. servono cartelloni e bandierine rosse, le risorse dovrebbero prendere la cauzione per i rifiuti.; periodo di prova come il semaforo in corso Europa.Albè: accattonaggio come l’articolo 38 bis. – Assessore: è previsto l’infastidimento per l’accattonaggio senza guardare il percepito. (UNANIMITA’)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

7 Ordine del giorno ai sensi del vigente Statuto comunale e del vigente regolamento del Consiglio Comunale: mozione riguardante i lavori di costruzione della variante alla ex SS 11 “Padana Superiore” nel Comune di Cassano d’Adda, approvata all’unanimità nel Consiglio Comunale del 17/05/2018. – Presidente: il 31 luglio ci sarà l’incontro coi Capi gruppo a Milano e forse a fine settembre o ottobre il Consiglio comunale aperto. – Sindaco: è stato un comportamento corretto. – Albè: la lettera è stata inviata un mese dopo il consiglio. – Colombo. 2 pesi e 2 misure per Caserma e Tangenziale. – Claudia Mapelli(Etica): non trovo il senso ella lettera. – Forcella: una lettera sulla sicurezza del cantiere la capivo. Per l’incontro a Milano alle ore 18 spero che ci sia più concretezza. – Sindaco: oggi a Milano hanno deliberato per la sicurezza. – Albè: mi riferivo alla sicurezza per l’area di cantiere.   ( 3 SI e 9 NO)
Cantù abbandona il Consiglio comunale

8 Interpellanza in merito all’agibilità temporanea dell’auditorium TeCa. -Sindaco: adempiuti i lavori, ma la SCIA dopo l’approvazione dei Vigili del Fuoco. – Bornaghi: sono insoddisfatta perchè gli incidenti hanno prodotto dei sinistri con danni d’immagine; le scale nell’auditorium fanno inciampare per ogni utilizzo. – Sindaco: in questo momento non c’è l’inagibilità. Abbiamo aggiunto sicurezza sulla gradonata del piccolo auditorium. I gradini sono sicuri. Sono caduti fuori e non devono andare sui giornali.

9 Interpellanza in merito alla situazione della concessione dell’immobile di proprietà comunale denominato Dopolavoro. – Il Sindaco legge la relazione tecnica: Dopolavoro Sas è in locazione dal 2013 per 27.500 € all’anno, il 21/7/2016 ha pagato 19.000 € e nulla nel 2017; la San Marco col legale ha scritto il 12/7/2018 per lo sfratto; sono state pagate delle rate da 10.000 € con un debito residuo di 48.268 per l’affitto del locale ad uso commerciale. – Bornaghi: non sono completamente soddisfatta anche se non sono state pagate delle rate; si pensa al patrimonio e non al bene storico per l’attività culturale; l’INFOPOINT non è stato utilizzato, ma vandalizzato. C’è stato un danno d’immagine per la gestione. Il Dopolavoro dovrebbe essere una priorità per il Comune.

 

Il 3/9/2016 avevo postato:  https://colomboangelo.wordpress.com/2016/09/03/lettera-aperta-al-sindaco-roberto-maviglia-dimettiti-per-il-bene-di-cassano-dadda/
Il 15/7/2017: 

Riporto per la Tangenziale quello che ha ben relazionato sulla pagina di facebook “Cassano Obiettivo Comune” la Consigliera comunale Elena Bornaghi:
<<31 gennaio 2010: posa della prima pietra della Tangenziale. Una giornata tanto attesa, al punto che era stato organizzato un servizio di trasporto per permettere ai cittadini di raggiungere il cantiere ed assistere all’inaugurazione in pompa magna, alla presenza delle autorità locali, regionali e provinciali.
Tre anni il tempo di realizzazione garantito dall’allora Governatore Fomigoni.
A distanza di otto anni il cantiere è ancora aperto e non ci sono certezze sulla conclusione dei lavori. 
Nel mese di maggio in Consiglio Metropolitano e nella seduta di Consiglio Comunale sono state votate all’unanimità due mozioni, allo scopo di tenere alta l’attenzione su una infrastruttura indispensabile alla vivibilità del nostro territorio e alla sicurezza e salute pubbliche. 
Nella seduta di Consiglio del 19 luglio, si discuterà un Ordine del Giorno proposto dalla Lega, mentre il 30 luglio ila delegazione dei capigruppo incontrerà i vertici di Città Metropolitana e i tecnici che si stanno occupando dell’opera. 
Nel mese di settembre/ottobre ci sarà il Consiglio Comunale aperto, a cui presenzieranno i rappresentanti di Città Metropolitana.
Avremmo sperato in tempi più brevi, in virtù della spinta data dalle due mozioni, e considerato il fatto che il Sindaco sia un consigliere delegato di Città Metropolitana; ma la vicenda Tangenziale ci ha finora ( purtroppo) insegnato che le aspettative vanno spesso deluse e che, nonostante i proclami, i tempi non sono quasi mai rispettati. 
Come rappresentanti cittadini intendiamo continuare a battere il ferro finché è caldo e ci auguriamo che la riunione del 30 luglio sia la prima di una serie di azioni determinate e congiunte per fare pressione sulle istituzioni preposte e “portare a casa” in tempi certi la Tangenziale.>>

La palestra di Corso Europa che viene usata dalla scuola media e dalle società sportive è da ristrutturare al più presto; ieri pomeriggio era così con serrature d’ingresso rotte, vetri mancanti, fessure tra pilastri e muri, WC uomini ancora senza luce, tubazioni negli spogliatoi che gocciolano, infiltrazioni dal tetto e difficoltà nella pulizia del riscaldamento al soffitto in palestra dove si fermano anche i palloni:

L’anno scorso il Sindaco, nonostante le varie problematiche, ha inaugurato il TE.CA. il 30 settembre con la caduta di una signora all’interno, poi un’altra caduta all’esterno qualche giorno dopo; in consiglio comunale il Sindaco aveva minimizzato sui fatti. A fine maggio di quest’anno è caduto anche Marco Galbusera( Responsabile dell’Ufficio Cultura del Comune) finendo anche lui all’ospedale.
Le pratiche dei sinistri delle 2 signore che vogliono essere indennizzate sono visibili solo dai Consiglieri comunali.
Come mai il Teatro Cassanese rimarrà per 3 mesi( luglio, agosto e settembre) senza spettacoli?

Purtroppo non c’era nessun esponente cassanese della Lega ad accogliere l’Assessore regionale Martina Cambiaghi sabato scorso  in Casa Berva alla conferenza stampa per i Campionati Italiani di pattinaggio, organizzati dallo Skating Club nel pattinodromo cassanese intitolato all’amico “Dino Galliazzo”. Si effettueranno dal 19 al 21 luglio, ma mercoledì 18 ci sarà la cerimonia d’apertura; si è parlato di un’eventuale candidatura ai Campionati del mondo di pattinaggio.
Il Consiglio comunale sulla Caserma dei Carabinieri era stato fissato per il 18, ma è stato rinviato al 19 per gli Italiani di pattinaggio e per le voci su dimissioni di alcuni Assessori, forse causate da Emiliano Proietti che li ha denunciati sulla pagina di facebook

Cassanese di’ quello che ti pare senza problemi

Proietti lo conosco da alcuni anni(  ) e vorrebbe diventare inzaghese perchè deluso dall’Amministrazione comunale cassanese.

Post scriptum: come potrebbe organizzare i Campionati del mondo di pattinaggio questa amministrazione comunale che ha vinto 2 anni fa le elezioni sfruttando l’arrivo della tappa del Giro d’italia di ciclismo, ma senza aver ancora consegnato il rendiconto dettagliato delle entrate ed uscite; i Consiglieri comunali di maggioranza vogliono dimettersi, ma hanno problemi a trovare i sostituti, gli assessori litigano e minacciano dimissioni; in 2 anni è stato inaugurato solo il TE.CA. che adesso è chiuso!