Feeds:
Articoli
Commenti

Il 4 maggio 2016 il mio ex collega Assessore Andrea Gaiardelli ha condiviso la foto di Cassano Etica Ecologista su Facebook nella pagina della lista civica:
Domani sera 5 maggio ore 21 presso il centro civico di via Dante, la lista civica Cassano Etica Ecologista presenta i suoi candidati al Consiglio comunale. A queste persone, capaci e appassionate ma senza interessi di tornaconto personale, auguro di amministrare Cassano anche nei prossimi cinque anni.

Il giorno dopo ho commentato: Andrea, almeno 6 hanno un tornaconto!
Andrea mi ha risposto: 
Per favore, non buttare fango sulle persone. Se hai delle accuse, sii esplicito e prenditi le querele del caso se dici il falso. 

Angelo Colombo
Angelo Colombo Non butto fango sulle persone, ma alcuni hanno lavorato per il Comune. Tu quando comincerai a lavorare per il Comune?
Ho scritto poi sui miei blog:
Si sapeva che in maggioranza c’erano dei grossi problemi tra le tre forze( PD, Etica e Sinistra per Cassano) non solo per il processo a Lodi del Vice Sindaco Vittorio Caglio che è stato rinviato a metà gennaio prossimo; confermo quanto è stato riportato su “Il Giorno” e non quanto ha dichiarato Caglio sulla “Gazzetta dell’Adda”, in quanto ero l’unico cassanese presente in aula ad ascoltare la deposizione del Comandante dei Vigili Flavio Rossio.
A fine giugno hanno consegnato l’informatore comunale “InComune” dopo un anno di silenzio in quanto l’ultimo riguardava la tappa cassanese del “Giro d’Italia” che non si è ancora saputo il costo effettivo per il Comune dopo la bugia del contributo di A2A per 65.000 €; il libro dei sogni dove tutto verrà fatto nel 2018 è privo degli interventi dei gruppi della Lega perchè Mario Albè era in vacanza e dell’Etica( ex Verdi).
Girano delle voci sulle dimissioni della Consigliera Giulia Bertini, ma il Sindaco non vorrebbe che subentrasse l’architetta Chiara Cerea che ha lavorato col Comune ed è diventata relatrice dei ILINX che domenica scorsa hanno organizzato all’isola Borromeo “HABITAT”  prendendo dal Comune 3.500 €.
Ieri sul “Corriere della Sera” si parla della Consigliera Francesca Moroni:
Si sapeva che il Parco Adda Nord avesse dei problemi, ma questo è gravissimo non solo perchè avevo scritto il 19/1/2013(  ), ma perchè proprio giovedì pomeriggio la moglie di Minei( accompagnata dalla Moroni) ha presentato in Comune un progetto “Cassano d’Adda Città alla pari Un piano di accessibilità per tutti” sia per anziani, bambini e disabili in carrozzina.
Il Sindaco Roberto Maviglia ha dichiarato su “Il Giorno” che ha sistemato i giochi nei parchetti pubblici ed il cimitero, ma i giochi sono pericolosi per i bambini ed il cimitero affidato alle cooperative“La Goccia”( la mamma della Consigliera etica Mapelli è la Presidente) ed “Il Ponte” fa perdere al Comune molti soldi. Maviglia avrebbe incontrato il Sindaco di Bergamo Gori e si candiderà nella sua lista alle regionali dell’anno prossimo,  sperando d’essere eletto dovrà dimettersi da Sindaco e si libererà finalmente del gravoso problema della città di Cassano d’Adda e dei Cassanesi.

Lunedì pomeriggio si è conclusa la meticolosa preparazione della lista civica “Cassano Obiettivo Comune” con la Consigliera comunale Elena Bornaghi per affrontare il Consiglio comunale sul Bilancio 2016 che si è tenuto in serata.
Un mese fa era iniziata la storia con la convocazione della riunione dei Capigruppo, senza la partecipazione della minoranza perchè era già stato fissato il Consiglio in quanto l’aveva richiesto il Prefetto per la scadenza non rispettata del 30 aprile; nel Consiglio del 30 maggio i consiglieri di minoranza, dopo un acceso dibattito hanno abbandonato l’aula e la maggioranza ha fissato la data del nuovo consiglio.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Assenti: Francesca Moroni ed i 4 della Lega.  Vice Segretario comunale Angelo Guarneri

1) Approvazione verbali delle deliberazioni adottate nella seduta consiliare del 30 maggio 2017. – Bornaghi: nella trascrizione del verbale c’è l’emendamento depennato dalla relazione. – Presidente Luigi Cerrato: ho rettificato col Segretario.
( 10 favorevoli e 2 astenuti: Elena Bornaghi e Marco Crippa)

2) Approvazione del rendiconto della gestione per l’esercizio 2016. – Presidente: passo ora la parola al Sindaco. – Crippa:  leggo prima di abbandonare l’aula; percorso travagliato del rendiconto; è imbarazzante, ma il ritardo rientra nella nuova proroga; Forza Italia evidenzia la mancanza del senso di responsabilità di questa maggioranza e c’è la diffida prefettizia. Buona continuazione. – Sindaco Roberto Maviglia: ci sono anche altri comuni nelle nostre stesse condizioni; non è la prima volta che succede a Cassano, nel 2007 e 2008 con Forza Italia  in maggioranza; la minoranza ha saltato la conferenza dei Capigruppo dove abbiamo deciso di chiedere al Prefetto una proroga dei termini di 20 giorni. – Bornaghi: chiedo un aumento del mio tempo a disposizione in quanto l’argomento è importante e sono rimasta da sola come minoranza; pongo al Sindaco due domande prima del mio intervento: piano delle alienazioni ed oneri di urbanizzazione? – Sindaco: va apprezzata la presenza della Consigliera; il piano delle alienazioni viene fatto prima del bilancio e gli oneri di urbanizzazione devono essere inseriti anche se non si incasseranno. – Bornaghi: nella relazione dei Revisori dei Conti ci sono dei refusi forse per il poco tempo avuto; il Sindaco ricordava 2007 e 2008 oltre agli altri comuni, ma occorre restare sul pezzo. Segnali per tutti ci sono nei residui attivi e nel piano delle alienazioni; è un piccolo campanello d’allarme. Perchè il fondo cassa è diminuito? C’era il patto di stabilità, ma sono stati spesi 8 milioni. La bonifica del terreno sotto la Tangenziale quando ci verrà rimborsato? E’ arrivato il rilievo della Corte dei Conti con gli sprechi. Sindaco lei è in Città Metropolitana che rischia il “default” per € 70 milioni e la nostra Tangenziale che rischio corre? Il recupero dell’evasione fiscale va bene, ma aumenterà il recupero nei prossimi anni? Le multe sono aumentate, ma vengono incassate alla fine? I Revisori dei Conti hanno precisato: attenti alle entrate aleatorie e sui debiti fuori bilancio servono delle relazioni dettagliate dei funzionari comunali. Il bilancio del comune se fosse quello di un’impresa sarebbe in perdita. Avanzo di cassa di 1 milione? Servirebbe la Commissione consigliare per il bilancio come l’approvazione dello Statuto. In un anno: opere ferme come l’Auditorium, commissione A2A( dove abbiamo già segnalato un nominativo come minoranza), il commercio è in asfissia, Prefetto e Corte dei Conti ci hanno ripreso. Mi rivolgo ai consiglieri di maggioranza. – Sindaco: proietto delle slides per illustrarvi il rendiconto.

( mi accorgo che su alcune slides c’era scritto bilancio 2014 anzichè 2016, avviso i 9 simpatizzanti ed Elena)
– Lorenzo Colombo: Sindaco c’erano slides con l’anno sbagliato. La Corte dei Conti si riferisce al 2013 e 2014. Nel 2016 abbiamo deciso per il cimitero e per le tasse(TASI ed IMU). Siamo soddisfatti. In questi giorni è arrivata la TARI, le utenze vanno ridotte, bene l’installazione dei pannelli fotovoltaici e la sistemazione dell’illuminazione pubblica. – Sindaco. si potrebbe anticipare la TARI, la Casa di Riposo è onerosa per il Comune anche se l’abbiamo esternalizzata come l’asilo ed altri servizi, l’illuminazione pubblica ci ha fatto risparmiare l’anno scorso 60.000 €; scuola media efficcientata, parchetti giochi sistemati con gli avanzi. – Giacomo Forcella: abbiamo risanato l’eredità pesante degli anni scorsi; nel DUP abbiamo coniugato finanziamento e realizzazione dell’opera( la bretellina doveva essere fatta dopo la sistemazione della piscina, mentre l’Auditorium non è ancora terminato);  per le commissioni aspettiamo le minoranze. – Bornaghi: abbiamo riportato le informazioni al Presidente. – Presidente: sono arrivate le ulteriori informazioni della minoranza, ma c’era l’urgenza del bilancio ed a settembre approveremo. – Bornaghi: a Lorenzo dico che ho studiato sia il bilancio preventivo che consuntivo; concordo con Forcella sul risparmio come per la bretellina. Non parteciperò alla votazione. – Sindaco: i Revisori dei Conti ci hanno fatto delle osservazioni; 11 milioni per il fondo cassa, ma non spendibili perchè destinati ad opere specifiche; le multe non venivano accertate negli anni scorsi, ma adessso Vigili e Contabilità collaborano; vengono multati chi passa col rosso creando rischio d’incidenti stradali in corso Europa. Sono sempre disponibile in Comune e Forcella ha ragione sui ritardi. Ho parlato della Tangenziale con la Ragioneria di Città Metropolitana per sistemare gli arretrati; la situazione è molto critica per il bilancio preventivo 2017 con circa 50-60 milioni che deve saldare lo Stato, ma Gentiloni ha comunicato la disponibilità del Governo. – Bornaghi: pongo un quesito in quanto la Consigliera Claudia Mapelli, figlia della Presidente della cooperativa “La Goccia” che lavora col Comune se possa votare il bilancio; in via prudenziale è meglio che partecipi o meno? – Presidente: spetta alla Consigliera comunale decidere. – Segretario: spetta alla Consigliera decidere.

( dopo un attimo di panico la Consigliera parlotta con la vicina Moroni e vota alzando la manina)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

( 11 favorevoli ed immediata eseguibilità con Bornaghi assente)

3) Approvazione modifica statutaria dello statuto della società partecipata CEM  Ambiente S.p.A. in attuazione delle disposizioni del D.Lges. n. 175/2016 ed ulteriori modifiche. (questo punto è stato integrato a seguito della.Conferenza dei Capigruppo del 13 giugno 2017) – Sindaco: si devono effettuare modifiche previste dalla legge e c’è un grande pasticcio come l’Amministratore Unico. – Colombo: quanti comuni l’hanno già approvato? – Sindaco: molti. – Forcella: serve uno scambio di informazioni come servizio buono o cattivo? Che guadagno ha un Comune come il nostro? Mi fido del Sindaco. – Bornaghi: mi asterrò dalla votazione e come Forcella evidenzio che in questo anno non ho avuto una rendicontazione; per la fusione con BEA ho dei dubbi?
( 11 favorevoli ed immediata eseguibilità con Bornaghi astenuta)

4) Interrogazione a risposta orale in Consiglio comunale in merito all’iter procedurale per la presentazione mal rendiconto 2016. – Bornaghi: l’iter procedurale con tanta confusione e col possibile arrivo del “Commiss ario ad acta”. – Sindaco: mi tolgo qualche sassolino.  Il software non ha riconosciuto i dati inseriti dai dipendenti comunali; la responsabilità è mia come Assessore al bilancio per la mancata risposta. E’ un errore: mio come politico e del Segretario col Responsabile dell’Ufficio. La >Prefettura doveva avvisare i consiglieri comunali e non solo il Sindaco. E’ corretta l’approvazione odierna da 20 a 50 giorni. Non esiste l’avvallo del Prefetto. – Bornaghi: sono soddisfatta della disponibilità del Sindaco. la comunicazione manca in Consiglio comunale. E’ stato un gran pasticcio.

Ieri mattina una mamma cassanese mi ha telefonato chiedendomi se ero a conoscenza che al Pignone ci fosse un’area privata, in quanto suo figlio con alcuni amici si erano accampati per la notte tra Pasqua e la Festa dell’Angelo per avere il posto sicuro per fare il barbacue, siccome sono stati sloggiati dal proprietario mi ha chiesto informazioni in merito; le ho risposto che Laurent Colombo è proprietario di un’area che ha comprato.
Nel pomeriggio mi sono recato in bicicletta al Pignone per vedere i festeggianti; purtroppo il bar “Buco” a Groppello era chiuso; anche sulla parte opposta dell’Adda sotto il comune di Fara Gera d’Adda(BG) c’erano macchine ovunque, anche nei prati; vicino all’area protetta cassanese c’era una processione di gitanti che s’imboscavano per fare i propri bisogni in quanto d’estate si entra in acqua per alleggerirsi.

Post scriptum: spero che per le prossime tre festività di fine mese e per l’estate i due Comuni( Cassano e Fara) facciano pagare una quota minima ai festaioli anche per il parcheggio delle auto sia per il costo del recupero della spazzatura, ma soprattutto che vengano affittati i bagni chimici.

Ho pubblicizzato la Manifestazione per la Caserma dei Carabinieri recandomi al mercato giovedì mattina prima delle ore 8 ed ero presente sabato con le bandiere della mia lista civica “Cassano Obiettivo Comune”. Francesco ha voluto una nostra bandiera, mentre 2 nostre candidate no. Al termine della Manifestazione sull’alzabandiera ci ha raggiunto anche la nostra Consigliera comunale Elena Bornaghi.
Ero anche l’unico con la bandiera italiana, ma il dilemma è stato il numero dei partecipanti alla Manifestazione di sabato?
Io non li ho contati, ma Albano ha sparato alto, il PD la metà e sabato scorso su “la Gazzetta dell’Adda” ancora di meno: 200, 100 o 80?

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Lunedì 3 aprile: Assenti il Consigliere Andrea Moretti e l’Assessore Simona Merisi sino alle ore 21.
Il Sindaco Roberto Maviglia: la Corte dei Conti ha scritto al Comune convocandoci per il bilancio 2013 e col Segretario ho risposto presentandomi; ho pubblicato sul sito del comune nella Trasparenza.
1. Surroga consigliere comunale dimissionario sig.ra Eleonora Casirati.
Sindaco e Presidente Luigi Cerrato la ringraziano. Subentra Marco Crippa che nel suo intervento parla di un “Progetto nuovo” di Forza Italia.
– Mario Albè: ho ritirato i 5 emendamenti e me ne assumo la responsabilità.
3. Addizionale comunale all’IRPEF esercizio 2017 – Conferma aliquota.
– Sindaco: come previsto dalla legge. – Elena Bornaghi: occorre alzare la soglia dell’esenzione per la crisi in atto. – Sindaco: l’ufficio tributi è in difficoltà perchè la Responsabile è a casa in maternità.
( 11 Sì, 5 No e astenuto Crippa) Immediata eseguibilità: 11 Sì, 5 No e astenuto Crippa
4. Imposta Unica Comunale (IUC) – Approvazione delle aliquote e tariffe anno 2017.
– Sindaco: l’anno scorso abbiamo ridotto la tassa sui rifiuti. – Bornaghi: l’accertatore quando entrerà in funzione? – Sindaco: ci sta pensando il CEM.
( 11 Sì e 6 No) Immediata eseguibilità: ( 11 Sì e 6 No)
5. Approvazione piano di razionalizzazione delle spese triennio 2017 – 2019.
– Sindaco: ringrazio i dipendenti comunali che riparano i mezzi comunali
( 11 Sì, 5 No e astenuta Bornaghi) Immediata eseguibilità: 11 Sì, 5 No e astenuta Bornaghi
6. Approvazione del programma per l’affidamento di incarichi di collaborazione per il triennio 2017 – 2019 (art. 3, comma 55, legge 24/12/2007, n. 244).
– Sindaco: collaborazione con l’ufficio Cultura per la mensa, grafica ed eventi, Urbanistica e Vigili con la videosorveglianza. – Bornaghi: come avevo già detto nell’altro consiglio sono contraria  per la direzione artistica in quanto c’è il Responsabile Marco Galbusera con la collaboratrice Maddalena Bassani che hanno seguito bene il Giro d’Italia, poi ci sono anche gli assessori Aristide Caramelli e Vittorio Caglio; no a Ilinx con Ylbert per Ecoismi; CEM ed Alboran funzionano; ci sono amicizie. – Albè: 159.000 € per che cosa? – Crippa: consulenza grafica, Polo delle Arti, eccetera; Sindaco da Verde a PD, ma basta agli amici. – Sindaco: non solo ambiente nelle scuole, ma per le puzze alla cava; fate i nomi degli amici perchè gli incarichi  sono stati affidati a persone tutte competenti. -Bornaghi: faccio un nome Laurent Colombo che ha organizzato la Notte Bianca da incompetente, Caglio sapeva perchè l’ho scritto e l’ho avvisato ma l’anno dopo è stato riconfermato ma due giorni prima ha rinunciato lasciando il Comune in difficoltà. 
( 11 Sì e 6 No) Immediata eseguibilità: ( 11 Sì e 6 No)
7. Approvazione del Documento Unico di Programmazione (DUP) 2017-2019.
– Sindaco: saranno assunti 2 Vigili ed 1 all’ufficio Cultura. – Presidente: i consiglieri Forcella, Colombo e Cantù hanno fatto un emendamento. – Mario Cerri: mancano i numeri dettagliati. – Sindaco: avete cambiato parere subito dopo la riunione dei capigruppo.
– Presidente: votiamo l’emendamento.
( 11 Sì, 4 No e 2 astenuti Bornaghi con Crippa)
Albè: le alienazioni e gli oneri d’urbanizzazione non sono realizzabili; nel 2016 € 300.000 per il Turismo, perché niente negli altri anni? Esclusione dei cittadini nel nuovo Statuto. – Roberto Cantù: sono state recuperate alcune zone, fatta la manutenzione del verde, turismo e commercio ok, ecuosacco, riqualificazione energetica su edifici pubblici, scuola media sistemata. –Bornaghi: recupero del centro storico con case per i giovani, negozi che chiudono, lo step per il Linificio collegato a piazza Cavour? Partecipazione senza consulte? Informatore comunale fermo al Giro d’Italia e controllo esterno dei dipendenti? Altri comuni hanno partecipato e vinto al bando del commercio, mentre a Cassano un progetto inutile dell’architetto Simona Riva. Città Metropolitana per la nostra Tangenziale. Che aree sono state recuperate? – Lorenzo Colombo: i soldi dei Servizi sociali riguardano anche la Casa di Riposo. – Cantù: Dopolavoro con problemi, isola Borromeo per il turismo ed il commercio, scalinata di fianco al castello, isola ciclo-pedonale alla cascina Volta. – Chiara Ripamonti: c’è il parere favorevole dei Revisori dei Conti e si darà aiuto ai più giovani ed agli anziani. – Cerri: perchè è stata tolta la telecamera al semaforo? – Forcella: sanzione come prevenzione, i camion devono essere fermati prima del ponte e non dopo. Dobbiamo impegnarci tutti insieme. Il Linificio dovrebbe partire per incassare gli neri d’urbanizzazione; anche il cinema Giardino dev’essere sistemato come il centro storico. I marciapiedi sono usati come piste ciclabili e serve la mantenzione dei marciapiedi. – Marina Coppo: le consulte in 30 anni non hanno funzionato. – Colombo: non ci sono tagli alle spese; occorre fare dei controlli, 27% d’evasione sugli affitti pubblici; controllo sugli uffici comunali. – Crippa: in 6 anni cosa avete fatto per il centro storico? A Forcella dico che ci sono troppe piste ciclabili. – Sindaco: faremo il bilancio partecipato, ci sono 6 progetti tecnici di cui 2( tangenziale e strade) sono importanti; ogni Comune valuta i dipendenti; Trezzo fa pagare più multe; ci sono gli affitti da recuperare; la telecamera al semaforo l’ha tolta il Commissario prefettizio; siccome uso la bicicletta più piste ciclabili.
( 11 Sì e 6 No) Immediata eseguibilità: ( 11 Sì e 6 No)
8. Approvazione del bilancio di previsione triennale 2017 – 2019.
Cerri: contenzioso per il Linificio? – Sindaco: è stata fatta una verifica bonaria. – Forcella: il DUP è stato approvato a febbraio in Giunta, ma col bilancio partecipato si apre al pubblico cittadino. – Cantù: consiglio comunale svuotato di poteri. – Bornaghi: l’incontro col dottor Cremaschi è stato molto generale, mentre Forcella aveva proposto un incontro in Consiglio; come Albè ripeto al Turismo non si darà niente? Il parchimetro non ha introitato l’anno scorso. Imbullonati come A2A? IMU sul Linificio? Occorre avere il coraggio di fare scelte come per l’Auditorium. – Albè: scelte senza soldi per alienazioni ed oneri d’urbanizzazione, recupero dell’evasione fiscale e taglio delle spese. – Forcella: fatte scelte come scuola e servizi. Albè, il centro storico riguarda i proprietari privati. Partecipazione scarsa come questa sera. – Albè: possiamo condividere, ma nelle consulte gli assessori partecipavano e recepivano? – Bornaghi: non ho fatto delle osservazioni strumentali, ma il documento era impegnativo e mi sono preparata documentandomi. – Sindaco: non si cambia idea dicendo firmerò e poi non firmo più. Imbullonati sono macchinari agganciati al suolo in capannoni; quindi la rendita si calcola solo sul capannone e quindi incasseremo meno 300.000 € da A2A( Io ai miei vicini: ho capito perchè l’anno scorso ha dato 65.000 € d’arretrati per il Giro d’Italia). – Francesca Moroni: ho redatto il DUP presso l’ente dove lavoro ed ho partecipato alla consulta Urbanistica coll’assessore Caglio impegnadoci molto con verbali e proposte. – Cerri: i 5 emendamenti sono stati ritirati perchè non corretti e l’ordine del giorno non impegnava la Giunta con cifre. – Bornaghi: DUP e bilancio corretti, ma con bilancio più coraggioso; IMU sul Linificio? – Colombo: votiamo anche se ridicolo. – Sindaco: per A2A, a seguito dell’accertamento e per l’ICI pregressa è stato accettato.
( 11 Sì, 5 No e astenuto Crippa) Immediata eseguibilità: 11 Sì, 5 No e astenuto Crippa
9. Costituzione di servitù inamovibile di cabina elettrica n. 14557 a favore di Enel Distribuzione Spa su area di proprietà comunale ubicata all’incrocio tra via Carlo Alberto dalla Chiesa e via Genova – Approvazione bozza di contratto.
– Bornaghi: manca la mappa e pertanto chiedo la sospensione. – Presidente: sospendiamo. – Bornaghi: non c’era scritto in allegato la mappa e pertanto ritiro la richiesta di sospensione, ma c’è scritto però allegata piantina.
( 11 Sì e 6 No) Immediata eseguibilità: ( 11 Sì e 6 No)
Eravamo presenti tra il pubblico in 20 contando i giornalisti Stefano Dati e Laura Spinelli( 1 PD, 2 Etici, 1 Sinistra, 5 Cassano Obiettivo Comune, 3 Lega e 2 Forza Italia)  

Martedì 4 aprile
Il Presidente riceve una telefonata e si sposta tra il pubblico che chiede che venga zittito.
– Segretario Giovannino Palma: Presidente c’è o non c’è?
– Presidente: scusate era un impegno di lavoro.
– Bornaghi: non ho firmato l’ordine del giorno della maggioranza per la “Destinazione dell’avanzo di bilancio 2016 relativo alla messa in sicurezza, manutenzione ordinaria e straordinaria, arredo urbano con priorità all’abbattimento barriere architettoniche” perchè in conferenza dei capi gruppo è stato detto che dovevano firmare tutti perciò mancando la Lega non ho firmato.
10. Recesso società partecipata Anita S.r.l. – Cessione quota azionaria.
( 13 Sì e 3 No della Lega) Immediata eseguibilità: 13 Sì e 3 No
11. Mozione in merito all’individuazione della struttura per la sede della Caserma dei Carabinieri.
Albè: aspettate il trasloco per non far niente? SpazioCittà è strategico. Non mi capacito dell’indifferenza. – Colombo: ci sono 4 possibilità per i Carabinieri. – Sindaco: abbiamo appreso solo verbalmente della richiesta di trasferimento; SpazioCittà non ha gli alloggi richiesti. – Bornaghi: interpretazione estensiva, SpazioCittà è miglore di Casa Berva; in pochi mesi Inzago si sta muovendo molto bene; investiamo di più anche se nel DUP non c’era niente.Forcella: non dipende dalla nostra amministrazione, ma l’Arma dei Carabinieri decide autonomamente; servizi sovraccomunali e non di campanilismo; facciamo un convegno sulla Città Metropolitana; se davanti all’Ospedale non ci fossero state la tenda e le bandiere forse avremmo già una struttura riabilitativa. Albè: nel 2014 bastava andare a Milano alla caserma Pastrengo e non a Roma al Ministero sbagliato; diamo un segnale forte questa sera. Non sappiamo razionalizzare i nostri servizi con 2 comuni che i Cassanesi non capiscono. – Cantù: ci saranno problemi dietro alla non scelta.
Votazione all’emendamento della maggioranza: 11 Sì e 6 No
– Colombo: non si risolve niente con una dimostrazione; nel privato ci sono anche le mazzette; la caserma d’Inzago sta andando avanti coi lavori. – Albè: è un’utopia mettere d’accordo 2 uffici comunali, come si farà con 2 Ministeri a Roma? Come si fa a mettere d’accordo i Comuni che hanno già i Carabinieri? Non posso andare come Consigliere comunale a Milano senza il mandato del Sindaco. Non parteciperemo alla votazione della mozione emendata. – Sindaco: abbiamo deliberato sempre all’unanimità e sono andato ovunque. – Ripamonti: è strumentale l’attacco. – Crippa: mi asterrò.
I leghisti escono e Moretti sparisce.
( 11 Sì e 2 astenuti)
12. Mozione in merito alla messa in sicurezza del tratto di strada di via Rivolta dove pedoni e ciclisti, interrotta la pista ciclopedonale, sono costretti ad immettervisi, nonché del tratto di strada necessario per l’attraversamento pedonale in località Lido.
– Presidente: c’è il parere negativo degli uffici comunali. – Sabrina Mapelli: evitiamo che ci scappi il morto. – Presidente: c’è l’emendamento della maggioranza. – Forcella: c’è poca sicurezza. – Albè: serve un segnale forte perchè è pericoloso come da sopralluogo da me effettuato. Il Sindaco è anche in Città Metropolitana e deve intervenire. – Sindaco: condividiamo, è “fuffa” perchè non si può fare tecnica anzichè politica. – Cerri:“fuffa”? Semaforo? – Forcella: dialoghiamo e non facciamo propaganda che non mi interessa. – Albè: chiedo una sospensione. – Presidente: sospendiamo.
– Albè: accettiamo l’emendamento.
( Sì 16 all’unanimità)
– Mapelli: intervento tempestivo perchè pericoloso.
( Sì 16 all’unanimità)
13. Mozione in merito alla messa in sicurezza del vialetto e della passerella a lato del ponte della ferrovia, che collegano la Stazione ferroviaria alla via Rivolta in località Lido.
– Presidente: c’è l’emendamento della maggioranza. – Cantù: compete a Rete Ferroviaria Italiana RFI. – Cerri: il Sindaco deve fare l’ordinanza e mettere in sicurezza. – Sindaco: c’è il parere negativo del tecnico, come l’ex SS11 sul territorio cassanese è di competenza comunale.
( Sì 16 all’unanimità)
– Colombo: è morto un pescatore sui binari. – Cerri: mettiamo una protezione.
( Sì 16 all’unanimità)
14. Mozione in merito alla messa in sicurezza dell’incrocio di via Ponchielli con via Scarlatti e del proseguimento della stessa via Scarlatti, fino all’incrocio di via C. D’Adda.
– Presidente: c’è l’emendamento della maggioranza. – Colombo: è peggiorata la viabilità per lo spostamento del mercato. – Albè: serve attivare il PUT(Piano Urbano del Traffico).
( Sì 16 all’unanimità)
15. Mozione in merito alla messa in sicurezza, per i pedoni, dell’incrocio di via Gioberti con via Europa.
– Presidente: parere diviso a metà tra si e no e c’è l’emendamento della maggioranza illustrato da Forcella. – Albè: diamo fiducia per attivare il PUT.
( Sì 16 all’unanimità)
– Forcella: la mozione con l’emendamento è stata condivisa in maggioranza anche col Sindaco e gli assessori. – Cerri: le strisce bianche e rosse per terra? – Sindaco: il Comandante dei Vigili ha detto  che le strisce non si possono fare lì, ma c’è il PUT.
( Sì 16 all’unanimità)
16. Interrogazione in merito alle proposte per l’utilizzo del Polo delle Arti.
Bornaghi: chi ha aderito al bando d’interesse per la gestione del “Polo delle Arti” era dal 30 gennaio al 18 marzo di quest’anno? Ho letto la documentazione della Corte dei Conti per le Consulenze esterne. – Assessore Aristide Caramelli: ho organizzato un incontro con le associazioni culturali cassanesi ed ho modificato da “Polo della Musica” a “Polo delle Arti”; spetta al consiglio comunale decidere sulla gestione, ma ho analizzato Treviglio, Cassina de Pecchi ed Albino. Quali sono le aspettative per i Cassanesi e quale programmazione futura? Sono pervenute una candidatura di una persona fisica da Peschiera Borromeo ed una da ARCI Colpo d’Elfo. – Bornaghi: chi gestirà? – Caramelli: il consiglio comunale. – Bornaghi: sono soddisfatta.
17. Interrogazione in merito alla costituzione della Commissione di Controllo A2A.
Bornaghi: dopo 9 mesi non è stata ancora nominata. – Sindaco: non ho avuto tempo, ma serve un nominativo anche della minoranza.
– Bornaghi: sono soddisfatta.
18. Interpellanza in merito alla Bozza di Convenzione stabilita tra Amministrazione comunale e L.A.M. per i servizi infermieristici domiciliari.
– Bornaghi: da 5 € mensili a 12 per prelievi e 15 per iniezioni?Assessore Arianna Moreschi: col pensionamento dell’infermiera comunale spetta ai Servizi sociali decidere, la Croce dell’Adda si è prestata per il trasporto ad una tariffa di 2,50 €; stiamo facendo la convenzione per i PNR . – Bornaghi: non sono del tutto soddisfatta perchè non è conveniente; come si è fatto con la Croce dell’Adda si doveva fare col L.A.M. e la convenzione per i PNR doveva essere fatta subito.
19. Interrogazione in merito all’accesso pedonale al parcheggio interrato di via Dante.
– Bornaghi: il 9 gennaio ho parlato col Comandante Massimo Caiani per i cartelli di divieto di transito ai pedoni sulla rampa, ma adesso ci sono; il regolamento è stato approvato? – Assessore Vittorio Caglio: non ancora, ma dopo lo faremo. – Bornaghi: è normata?  – Sindaco: intervengo. – Presidente: no, dopo. – Caglio: il Vigile Brambila era presente con la ditta Giglio, ma ha deciso Armentano. I cartelli sono stati messi, ma il regolamento non c’è ancora. – Bornaghi: sono parzialmente soddisfatta.
20. Interpellanza in merito alla Casa di Riposo RAS Belvedere.
Albè: avete rinnovato ancora per 3 anni alla KCS, ci sono lamentele sui socials ed i parenti cosa dicono? Da un mese l’ascensore è rotto. – Assessore Moreschi: quale post su facebook? – Albè: il numero dei decessi. – Moreschi: quello che si era lamentato per primo non aveva parenti, mentre abbiamo incontrato i parenti dell’altra che aveva la nonna ricoverata e che purtroppo è defunta. Si usano le badanti a casa per gli anziani. Il menù è vario. Non abbiamo ricevuto nessuna denuncia sia come Comune che come KCS. La mortalità è aumentata anche fuori dalla casa di riposo come ci hanno riferito le Pompe Funebri. Adesso facciamo formazione anche per il personale ASA. Abbiamo 70 posti accreditati, anche se c’è un posto vuoto prenotato in attesa che il paziente termini una cura in un’altra struttura. E’ colpa dell’ospedale che dimette anziani gravi. Mi scuso per l’ascensore guasto che tra qualche giorno sarà riparato.  – Albè: sono parzialmente soddisfatto.

Eravamo presenti tra il pubblico in 11( contando sempre i giornalisti Stefano Dati e Laura Spinelli), ma purtroppo per l’ultimo punto in discussione sulla Casa di Riposo non erano presenti i rappresentanti del Comitato di indirizzo e controllo della Residenza Sanitaria Assistenziale “Belvedere” che c’erano invece la sera prima.

 

Questa sera alle ore 20 e 30 inizierà il Consiglio comunale che probabilmente continuerà anche domani sera per i tanti argomenti:

A marzo hanno distribuito il giornalino della lista “Cassano Etico Ecologista”:

che ha dimenticato due grossi problemi di Cassano come la Caserma dei Carabinieri riportata sui giornali locali:

e la piscina che nonostante il Consiglio comunale dedicato il 6 luglio scorso ieri mattina era ancora così:

Il veterano Luciano Cairati ha invitato a Cassano il giornalista dell’Avvenire P Redaelli che ha redatto il seguente articolo:

ed ha commentato il giornalino Cee stampando il seguente volantino che sta distribuendo ai Cassanesi:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Nel gennaio 2011 avevo postato nell’altro mio blog: , e .
Qualche mese dopo come “capolista” di “Italia dei Valori – Di Pietro” ho vinto le elezioni con la coalizione di sinistra del Sindaco Roberto Maviglia ed abbiamo deciso di cambiare il Polo della Sicurezza in Polo della Musica, ma la Banda Musicale ha deciso di restare nella sede di Casa Berva per la comodità nelle manifestazioni in piazza.
Solo da alcuni mesi la nuova costruzione è chiamata Polo delle Arti( vedi sul sito del Comune http://www.comune.cassanodadda.mi.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=17836p):

 

In questi anni la situazione sicurezza è peggiorata anche a Cassano e l’idea del Polo della Sicurezza sarebbe stato l’ideale, ma soprattutto in vista dell’abbandono della Caserma cassanese da parte dei Carabinieri prevista per l’anno prossimo per l’affitto elevato annuale di 490.000 €. 
Siccome nella vicina Inzago arriveranno i fondi regionali “leghisti” del Presidente Roberto Maroni per terminare i lavori per la caserma dei Carabinieri, ho saputo ieri mattina al mercato che il nostro Sindaco Roberto Maviglia col Vice Vittorio Caglio si sono recati a Roma per incontrare il Ministro della Difesa del PD Roberta Pinotti e sembra che ai Carabinieri interessi la soluzione Casa Berva che mi sembra la meno adatta sia per la sicurezza che per la viabilità.
Riporto l’
articolo scritto su facebook dalla mia Consigliera comunale Elena Bornaghi della lista civica “Cassano Obiettivo Comune”:

CASERMA DEI CARABINIERI: PRIORITARIO TENERE ALTA L’ ATTENZIONE
Anche la lista civica “ Cassano Obiettivo Comune” esprime preoccupazione per la sorte della caserma dei carabinieri e giudica il suo trasferimento un fatto estremamente negativo per la città.Nonostante Cassano sia una città vivibile, soprattutto in alcuni periodi dell’anno vi è una percezione di insicurezza che la dismissione del presidio aumenterebbe. È un rapporto di stima e di fiducia che si è creato tra carabinieri e cittadini in tanti anni di permanenza sul territorio e noi vogliamo percorrere tutte le strade possibili, prima di arrenderci a ciò che sembra inevitabile. Finora la voce dei cittadini e delle istituzioni sembra essere caduta nel vuoto, forse perché si è perso tempo a cercare soluzioni alternative quando invece, con un po’ di lungimiranza, si sarebbe potuto trasferire la Tenenza nell’attuale Spazio Città. In questo, va riconosciuto, Giovanni Albano ha ragione. Le voci sulla chiusura dell’ex tribunale e della caserma circolavano da tempo: perché non partire proprio da lì per trovare la soluzione?
Ora l’amministrazione Maviglia propone da mesi le due alternative: acquisto di parte della caserma con formula affitto riscatto e casa Berva. Siamo perplessi. Nel primo caso ci chiediamo: è sostenibile tale spesa per le casse comunali? Ma soprattutto, quante volte come contribuenti dovremo pagare per una caserma? Perché: prima si è speso per costruirla in via Di Vona, poi per realizzarla nell’attuale sede, successivamente per l’oneroso affitto a chi l’ha acquistata, in futuro per riscattarla… Per quanto riguarda Palazzo Berva, si tratta di un edificio storico situato in una posizione che tecnicamente presenta delle criticità. Il Sindaco ha riferito al consiglio comunale di aver inviato le lettere che includono le due alternative, ma che purtroppo ad ora non ha ricevuto alcuna risposta. Ma allora ci domandiamo: in che modo sono state formulate le due alternative ? A quali interlocutori sono state inviate? C’è un feedback di tutte le trattative intercorse, che possa fugare dubbi e polemiche? Parliamone e se ci fossero elementi convincenti sull’iter seguito lo sosterremo, perché si possono sollevare critiche, ma ogni pregiudiziale deve cadere nel momento in cui si condivide un obiettivo comune. E la sicurezza è uno di quegli obiettivi che non ci deve trovare divisi. Anche perché, nel frattempo, il comune di Inzago si è attivato da subito e con determinazione e potrebbe davvero scippare i carabinieri. Non sarebbe stato allora preferibile che il nostro Comune non si fosse mosso da solo, senza cercare un sostegno nei paesi limitrofi? Che avesse fatto rete con essi? E che insieme alle forze di minoranza, che si erano mobilitate già anni fa con una petizione promossa da Il Gelso, avessero fatto fronte comune e istituito una commissione di studio per trovare la proposta più praticabile?
Ora occorre tenere alta l’attenzione sul problema e il fatto che l’argomento sia stato portato in Consiglio Comunale sotto forma di mozione rientra in quest’ottica, che è quella di dare voce alla preoccupazione dei cittadini, per i quali la presenza delle Forze dell’Ordine rappresenta un presidio di sicurezza e di prestigio per una città che, perdendolo, non potrebbe più fregiarsi di questo titolo. Perché una città che perde gran parte dei servizi sarebbe solo un grande paese.

Post scriptum: se i Carabinieri resteranno a Cassano si potranno ripetere ancora con loro le feste(Natale e pranzo), messe con rinfresco in caserma e riunioni( Centro anziani).