Feeds:
Articoli
Commenti

Ieri è stata una giornataccia per me: 1) in mattina ho fatto l’autista sino in stazione ferroviaria per accompagnare l’Amico giornalista Stefano Dati che aveva il processo nel Tribunale di Milano dove è stato assolto a mezzogiorno dalla denuncia del mio ex Sindaco “uscente” Roberto Maviglia per una fotografia del prosciutto ammuffito nella mensa scolastica, ero l’unico presente ma come ex Assessore, 2) Commissione consiliare ore 18.30 col Sindaco, Assessore e 5 Consiglieri comunali anziché 7 come unico presente come pubblico sui lavori della Tangenziale con “Studio di fattibilità” sulla delibera di Giunta n° 80 del 16/5/2013 quando ero Assessore ed ora con 2 finanziamenti( regionale e governativo) per le piazze con viabilità in centro e 3) alle 20.30 Forum del Volontariato Sociale ancora in aula consiliare per SolidarMarket, Regolamento comunale e raccolta alimentare di sabato prossimo. Purtroppo Report su RAI 3 era quasi finito!

Ieri dopo la sentenza ho pubblicato su Facebook: Il giornalista Stefano Dati è appena stato assolto con formula piena “per non aver commesso il fatto” nel processo voluto dal Sindaco Roberto Maviglia per la pubblicazione della foto del prosciutto ammuffito servito nella mensa scolastica(fatto avvenuto nel 2017). Quella foto non solo era autentica, ma come sostenuto dai testimoni è stata realmente servita nel piatto di un alunno.

Ieri anche Stefano ha pubblicato su Facebook: Oggi (3 maggio 2021) il diritto di cronaca ha avuto la sua rivincita su chi aveva in qualche modo fatto un tentativo di oscurarlo. Se si è convinti delle proprie azioni nell’attività professionale si può vincere battaglie anche contro Sindaco e comune! Il processo voluto dal primo cittadino di Cassano d’Adda contro di me, accusato di diffamazione attraverso un articolo giornalistico in cui riportavo lamentele dei genitori sul servizio mensa scolastica (aprile 2017), questa mattina è terminato con una piena assoluzione nei miei confronti. Ricordando i fatti: a scatenare l’ira del primo cittadino sull’argomento riportato nell’articolo, pubblicato sulla testata on line “Tribuna Tv” nell’aprile 2017, fu la pubblicazione di una fotografia che mostrava una porzione di pizza con muffa sul prosciutto:

Secondo il Sindaco la pubblicazione di quella immagine era diffamante ed allarmistica. Viene quindi presentata in caserma dei carabinieri una denuncia nei miei confronti per diffamazione a mezzo stampa ed allarmismo. Dopo tre anni di processo, questa mattina arriva la sentenza inequivocabile: ”Assolto per non aver commesso il fatto”. La richiesta di assoluzione piena è stata, fra l’altro, avanzata anche dal Pubblico Ministero senza dubbio alcuno, sostenendo che quell’articolo è stato trattato nel totale rispetto della normativa sul diritto di cronaca e libera stampa. Nel dibattimento durante le varie udienze, poi, è emerso che quella foto del prosciutto con muffa non solo era autentica, ma dalle testimonianze, di chi era presente in mensa, si è appreso che quel prodotto avariato era stato addirittura servito ad un alunno. Il bambino aveva anche iniziato a consumarlo, solo l’intervento di un insegnante ha evitato lo mangiasse tutto. 

Commento a Stefano di Elena Bornaghi Non poteva essere diversamente Stefano. Da ex giornalista sono felice di questa sentenza che difende il diritto di cronaca e la libertà di stampa. Caso vuole che l’assoluzione giunga proprio nella giornata mondiale della libertà di stampa, intesa come pilastro della democrazia. Personalmente sono contenta di aver contribuito con la mia testimonianza a fugare ogni dubbio sull’insussistenza di trame ordite per infangare l’amministrazione comunale: tutti i fatti si erano svolti secondo i canali istituzionali; così pure tu avevi raccolto le voci degli amministratori e non solo quelle dei cittadini che si lamentavano, come deve fare ogni buon cronista rispettoso delle parti. Ma sono felice soprattutto da cittadina perché è una sentenza che conferma che si può e si deve avere fiducia nella Giustizia, anche se i suoi tempi sono eccessivamente lunghi.

Post scriptum: sono ormai diventato un frequentatore di processi che riguardano Cassano d’Adda(Mi) da quello di Lodi per il baretto dell’Ananasso dove 2 Funzionari comunali rischiavano di essere licenziati a quello di Stefano dove nella prima udienza del 16 ottobre 2020 col Sindaco interrogato(unica volta che era presente) e sono potuto entrare come “Amico dell’imputato”, nella seconda del 20 gennaio 2021 c’era il divieto per il COVID19 con 2 testimoni( insegnante-Consigliere comunale Elena Bornaghi ed un genitore critico per ben 5 anni), il 16 aprile ho potuto solo origliare stando sulla porta con interrogazione di altre 2 testimoni( una addetta alla mensa che ha inviato la foto a Stefano trovando anche vermi in verdura o pane con embrione di pulcino nell’uovo sempre fotografati anche dalle maestre come la sorella del Sindaco ed una mamma che non era d’accordo sul verbale della Commissione Mensa allargata dopo un’ispezione a sorpresa ma ne ha redatto un altro) con la “Dichiarazione spontanea” di Stefano ed ieri come ex Assessore.
Come mai la mia ex collega all’Istruzione Simona Merisi non ha testimoniato?
Il Pubblico Ministero invece ha subito chiesto l’assoluzione per non aver commesso il fatto. L‘Avvocatessa del Sindaco ha evidenziato l’allarme sociale ma i vari fatti sono durati 5 anni ed ha chiesto la condanna di Stefano depositando la nota spese del Comune.
Sarò curioso, ma quanto ammonterà la nota spese?
Il legale di Stefano ha evidenziato l’assoluta correttezza da parte del giornalista nello scrivere l’articolo. Il Giudice ha quindi recepito la richiesta del Pubblico Ministero e quella del legale di Stefano emettendo sentenza di assoluzione piena: “ Per non aver commesso il fatto!”


Leggo, conservo gli articoli e mi informo su tutto non solo sulla Rete Civica del Comune facendo anche il “Portinaio” GRATIS a SpazioCittà.

Stamattina(30/4/2021) stavo andando a vedere l’apertura del ponte sulla ferrovia per la Tangenziale, ma per fortuna ho letto su Facebook che il Sindaco “uscente” ha risposto alla neo Cassanese Diana col cronoprogramma dei lavori.

Povera Città di Cassano d’Adda(Mi)? Sì purtroppo!

Buongiorno, ieri ho fatto pubblicare sulla “Gazzetta dell’Adda” il mio volantino elettorale( che pagherò entro un mese 90,00 € + IVA 22% per un totale di 109,80 €) per le elezioni comunali rinviate probabilmente al 10 ed 11 ottobre prossimi come nelle grandi città che nei comuni limitrofi.

Scendo anch’io in campo elettorale forse con 2 liste: col M5S che dal 2018 sta al Governo dell’Italia ma stiamo aspettando l’ex Premier Giuseppe Conte e sicuramente con la lista civica Cittadini di Cassano COLOMBO che ho utilizzato nel 2006 con lo slogan “TANGENZIALE SUBITO!”.
Venerdì pomeriggio mi sono recato in bicicletta alla mia cascina Volta nell’isola ciclo-pedonale che sto monitorando mentre c’era l’uscita degli studenti dalla scuola Guarnazzola; sono andato al Centro sportivo comunale “Giacinto Facchetti” per la gara italiana nel pattinodromo “Dino Galliazzo” denominata “Trofeo Ranking Leonardo Ghilardi”, ma era chiuso per la preparazione senza che il Comune abbia avvisato entrambe le società sportive che dovevano allenarsi( atletica e calcio), mentre gli Alpini stavano imbandierando col tricolore il Centro sportivo dopo aver fatto il centro storico per la manifestazione odierna.
Ieri mattina mi sono recato sempre in bicicletta nell’edicola del Villaggio di buon ora ed ho scoperto che mi sono fatto la pubblicità proprio sotto al mio attuale impegno nella raccolta firme nel “Comitato cittadino Basta Code” per la Posta; poi in Comune come portinaio a “Spazio Città”; a mezzogiorno davanti alla Posta che era senza coda fuori.
Nel pomeriggio ancora al Centro sportivo, ma senza nessun Volontario della Protezione civile o dei Carabinieri in pensione; il pubblico era sul ponte del naviglio Martesana o appena giù davanti alla sede degli Alpini; mi sono recato all’isola Borromeo passando dal discesone pericoloso sopra l’ex Linificio, poi attraverso il “Dopolavoro” ed infine ho trovato il delirio: auto, moto, cani, ciclisti e pedoni.
Diversi giovani e ragazzotti anche stranieri erano senza mascherine purtroppo!

Oltre a me c’era anche un altro candidato Sindaco che penso abbia notato la fioriera mobile distrutta in piazza Perrucchetti, ha parlato proprio sul ponte del Péc con la signora autista( comune conoscente) che ho ripreso perchè ha parcheggiato quasi nel prato dove è entrata dopo a fare manovra prima di ripassare sul ponte; diverse auto hanno dovuto fare retromarcia perchè sul ponte ci passa solo un mezzo per volta.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Post scriptum: pertanto l’arrivo dell’Esercito per controllare il fiume, come promesso dal Sindaco “uscente” per la prossima estate pensando che ci fosse già il suo sostituto sia al fiume che al Centro sportivo per la gara italiana di pattinaggio, ci doveva già essere da ieri.

Martedì 13 aprile alle ore 17 e 17 minuti stavo passeggiando con un Amico in via Manzoni ed ho visto 4 sacchi neri:

Mi sono fatto fotografare ed ho postato: Sono sempre in allerta, ma accompagnato da un sostenitore…
Giovanna Coinu su Facebook ha commentato: A te i ” Nas ” fanno un baffo!!!

Ho iniziato a spostarli col piede fuori dallo spazio segnato in giallo ed ho notato oltre all’adesivo del CEM Ambiente anche che da un sacco usciva del liquido che non era acqua:

Poi dopo lo spostamento ho iniziato a telefonare in Comune sia ai Vigili che all’ufficio Ambiente perchè CEM Ambiente come memorizzato sul mio telefono fanno un orario ridotto ed ho avuto la conferma telefonando.
Ieri mattina mi sono riposizionato sul posto dopo aver scritto sempre su Facebook:
Stamattina stazionerò nei pressi dei 4 sacchi aspettando e telefonando dopo le ore 9 al CEM Ambiente perché ieri sera ho telefonato al 800342266 dopo le 17 e non era più operativo come da orario(CEM Ambiente 9-12.30 e 14.30-17, sabato solo al mattino). Post scriptum: meno male che ieri non era sabato!
Ho visto un furgone fermo davanti al Comune di CEM Ambiente, ma è partito senza fermarsi da me dove il parcheggio era occupato da un’auto con tanto di permesso per disabili:

Ho precisato: Meno male che il Tenente Colombo ha spostato i 4 sacchi col piede!

Per scrupolo ho anche un altro contro: L’altro parcheggio è pure occupato!

Data che erano già le ore 9 passate ho telefonato a CEM Ambiente (con rilascio del mio nominativo) che doveva contattare il Comune x una conferma di discarica abusiva x poi ritirare i 4 sacchi.
Sono andato via per una commissione urgente ed al ritorno ho trovato la bella sorpresa ma con le macchie per terra:


Post scriptum: sono stato contattato come ex Assessore dalla Responsabile dell’Ufficio Ambiente che dal suo Collaboratore ringraziandomi perchè ho segnalato i 4 sacchi spostandoli e che hanno provveduto a ritirare.

Ho iniziato il I° aprile a scrivere, ma non è uno scherzo ne tantomeno il pesce d’aprile!
Come ex Assessore(2011-2015) del Sindaco “uscente” coi suoi Soci posso scrivere che saranno ricordati come quelli che non vogliono critiche e dibattito. Se qualche avversario politico, giornalista o cittadino osa criticarli chiedono nomi con cognomi e denunciano come hanno già fatto col giornalista Stefano Dati, con me e con la Consigliera comunale Elena Bornaghi; poi fanno lavorare le loro amiche Avvocatesse purtroppo politicizzate a sinistra.
Prima hanno mandato avanti un loro amico che ho indennizzato in minima parte nonostante la sua richiesta di 2.000,00 € poi lievitati l’anno dopo a 20.000,00 che ci ha fatto spendere soldi in avvocati e cause, ma da ex Presidente sportivo uscente non è stato rieletto neppure nel Comitato Soci COOP Lombardia.
Il processo in corso nel Tribunale di Milano del Sindaco “uscente” contro il giornalista per del prosciutto ammuffito trovato nella mensa scolastica si concluderà con le ultime 2 udienze del 16 aprile e del 3 maggio.
Nel 2019 per aver detto la verità come Tesoriere sul Carnevale ho dovuto spendere soldi con la mia Avvocatessa.
Ho presenziato a tutte le udienze nel Tribunale di Lodi per il baretto dell’Ananasso al “Pignone” dove 2 Dipendenti comunali hanno rischiato il licenziamento ed il Vice Sindaco “uscente” era assistito da ben 2 Avvocatesse.
Nell’aprile 2020 in un post sulle mascherine regalate e sulla pettorina indossata delle mie 2 ex colleghe Assessore sono stato purtroppo denunciato ed a settembre andrò in Tribunale a Milano, spero che mi chiamino presto sia per la denuncia fattami dalla Capogruppo “Etica” in quanto figlia della Presidente della cooperativa “La Goccia” e per le denunce che ho fatto io all’ex senatore con la moglie che mi ha mandato anche al Pronto Soccorso.
Buona PASQUA!
Quest’anno si voterà per il nuovo Consiglio comunale, ma anzichè a fine maggio al 10-11 ottobre
; le elezioni primarie del Centro sinistra previste per il 21 marzo sono state spostate al 9 maggio con solo 2 candidati anzichè 4 come 10 anni fa(Vittorio Caglio, io, Roberto Maviglia e Simona Merisi) ma non tranquille, mentre queste sono molto competitive, sponsorizzate e costose con manifesti rimasti appesi abusivamente oltre le scadenze del 12 marzo per l’ex senatore coperti dalle colombe di Pasqua e del 20 marzo per il Vice Sindaco “uscente” coperti in parte dal Caneva e venerdì dagli auguri della US Pierino GHEZZI 1958 col mio commento:

Finalmente ieri i manifesti della US Pierino GHEZZI 1958 con gli auguri di “Buona Pasqua” hanno portato la pace dopo la scorrettezza politica nella propaganda delle elezioni primarie sinistre a Cassano d’Adda(Mi)!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Speravo in una candidatura Sindaco di una donna finalmente come Virginia Raggi la “Regina di Roma del M5S” dopo la mia esperienza politica non solo di eletto 3 volte in Consiglio comunale(ben 2 volte nel 1990 e nel 2011) ma soprattutto di altre 2 volte come primo dei non eletti con 2 donne elette come la Sindachessa Rosa Casati nel 2001 e la Consigliera comunale Elena Bornaghi nel 2016.

Post scriptum: sto aspettando venerdì 16 aprile per l’apertura del ponte sopra la ferrovia per la Tangenziale e l’arrivo dell’Esercito per controllare il fiume come promesso dal Sindaco “uscente” nell’estate scorsa.

Probabilmente si voterà il 10 e l’11 ottobre prossimi.
Le Primarie nella sinistra sono “molto competitive e costose” e si faranno forse domenica 21 marzo, ma solo tra 2 candidati Sindaco: Natale Ripamonti dei Verdi della lista “Cassano Etica Ecologista” e Vittorio Caglio del “PD”.
Rispetto a 10 anni fa quando eravamo in 4 candidati: Roberto Maviglia x “Cassano Etica Ecologista”, Vittorio Caglio, Simona Merisi della “Sinistra x Cassano” ed io con “Di Pietro Italia dei Valori”; io ho rinunciato e la competizione dopo le primarie nell’ottobre 2010 si è protratta sino a metà maggio 2011 tranquillamente tanto che nell’ultimo giorno ho girato in tutte le 3 feste dei candidati.
Faccio solo 2 osservazioni ai moltissimi volantini distribuiti in città ed una precisazione sulla lista dei sostenitori dei verdoni:
1) l’ex senatore ora pensionato si è dimenticato dei suoi primi 20 anni di “politico estremista contestatore di sinistra” non solo in Consiglio comunale;
2) il Vice Sindaco “uscente” ha ringraziato pubblicamente anche me senza citarmi per i 4 anni di collaborazione in Giunta dal 2011 al 2015;

3) ho telefonato ad un sostenitore in quanto era l’unico Presidente di una società sportiva che utilizza gli impianti comunali avvisandolo che se cambiasse Amministrazione comunale rischierebbe di perdere il suo posto e si è fatto cancellare.

La destra cassanese aspetta la spartizione dai 3 Direttivi provinciali milanesi nei vari comuni al voto, mentre il Referente Giovanni Albano di “Fratelli d’Italia” ha rinunciato e sono rimasti in lizza Fabio Colombo per la “Lega” ed Andrea Savino di “Forza Italia”. Sembra che l’ex candidato Sindaco destro del 2016 Mario Albè si ritiri, ma viaggia sempre misteriosamente col socialista Giacomo Forcella che ci aiutò a fine 1992 a sfiduciare l’ex Sindaco Giorgio Costa.
Al centro forse ci saranno 3 liste civiche col candidato Sindaco Marco Galbusera(ex funzionario comunale a Cassano ora in 2 comuni: Marudo e Vidigulgo) con la mia lista civicaCassano Obiettivo Comune” del 2016 capeggiata da Elena Bornaghi e “Noi x Cassano” coi Consiglieri comunali Andrea Moretti e Marco Canali del “Gruppo Misto” perchè entrambi fuoriusciti dalla “Lega” il primo ed il secondo dal “PD” dove era entrato nel 2015 dopo le mie dimissioni anzichè entrare in “Italia dei Valori con Antonio Di Pietro.
Probabilmente anche il M5S farà la sua lista dove è ritornato l’ex candidato Sindaco del 2016 Antonio Rizza e come ho dichiarato sul settimanale con Sandro Colombo precisando che utilizzerò anche la mia civica del 2006 “Cittadini di Cassano COLOMBO” col motto ancora attuale “TANGENZIALE SUBITO!

Post scriptum: sto facendo un sondaggio sui vari candidati cassanesi 2021 e nel 3° aggiornamento sia su Facebook che in Città dove hanno votato sinora 65 Cassanesi in 8 giorni: 1) Sindaco: Marco Galbusera 31, Andrea Savino 9, Vittorio Caglio 7, io 6, Natale Ripamonti 5, Sandro Colombo 4, Mario Cerri e Fabio Colombo 2. 2) Vice Sindaco: io 53 e Roberto Maviglia 3. 3) Presidente del Consiglio comunale: Ugo Sarao 17, Andrea Moretti 3, Luigi Cerrato e Giacomo Gm Forcella 0. 4) Assessori: Mario Lomini 28, Elena Bornaghi 16, io 10, Antonia Dattola e Sarah Caruso 7, Mario Cerri 4, Giovanni Albano, Tommaso Aresi, Fabio Colombo, Marco Crippa, Simona Merisi e Stefano Pasciuti 3, Valerio Brambilla, Paolo Levati, Arianna Moreschi e Ferruccio Passoni 2, Massimo Ughini 0.

Quest’anno nella mia Città di Cassano d’Adda(Mi) si voterà come a Roma, Milano, Torino e nei comuni vicinori destrorsi come Treviglio(Bg) ed Inzago(Mi) che ci hanno bagnato il naso in questi 5 anni sia come consenso da parte dei Cittadini che come opere realizzate per migliorare il Comune e la sua macchina.
Venerdì è uscito questo articolo di Stefano Dati su “Il Giorno”:

Scendo anch’io in campo elettorale con 2 listeM5S che dal 2018 sta al Governo dell’Italia e Cittadini di Cassano COLOMBO che ho utilizzato nel 2006 con lo slogan “TANGENZIALE SUBITO!”.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nel nostro programma metteremo poche cose, ma fondamentali per migliorare la nostra Città.
Il primo dicembre avevo postato questo post https://cassanodadda.wordpress.com/2020/12/01/dopo-2-mesi-di-silenzio-il-tenente-colombo-cassanese-cioe-il-sottoscritto-batte-anche-il-sindaco-sul-tempo-x-la-foto-del-tricolore-comunale-col-consiglio-secretato-e-scopre-forse-una-truffa-dell/
e riporto solo la frase inerente all’argomento di questo post:

Dopo la mia solitaria vittoria al Referendum di – 345 parlamentari  nel mese di settembre, ho superato anche un ottobre di fuoco nelle Associazioni locali e minacciato di “Esproprio proletario” da un ex senatore per il suo “vitalizio” ed aggredito manualmente dalla moglie, ma il tutto è in preparazione alle elezioni comunali 2021 dove forse mi presenterò col M5S.

Siccome ieri ho incontrato il mio omonimo Sandro Colombo che giocavamo a calcio insieme in difesa nella US Pierino Ghezzi all’oratorio San Giovanni Bosco ma politicamente abbiamo sempre avuto idee differenti, mentre dall’aprile 2019 siamo entrambi del M5S ed eravamo rappresentanti di lista alle elezioni europee; Sandro ha fatto il Consigliere comunale di Forza Italia all’opposizione col Sindaco Rosa Casati dal 2001 al 2006 e poi nel 2007 sino al 2011 il Sindaco Edoardo Sala l’ha nominato Direttore della Casa di Riposo “Belvedere”.

Post scriptum: dato che ieri abbiamo votato entrambi sulla “Piattaforma Russeau” per il Sì o per il No al Governo Draghi, abbiamo deciso di far votare i Cassanesi la nostra candidatura a Sindaco del M5S appena sapremo quando si voterà.

Ieri il Presidente della Repubblica Mattarella ha invitato a non andare alle elezioni anche per avere i fondi europei di 206 milioni di € ed occorre lottare contro la Pandemia. Quindi io spero nel Governo Conte3 ma a mezzogiorno incontrerà Draghi.

Come ex bancario e tifoso del M5S è scontata la risposta soprattutto per il COVID e non solo in Italia come ieri sera fuori dallo stadio di San Siro a Milano prima della partita di calcio i tifosi interisti, ma anche perchè è capitato in Israele a Gerusalemme per il funerale del rabbino.


La Città di Cassano d’Adda(Mi) voterà come ad Inzago e Treviglio(Bg), ma come ex Assessore “sinistro” con Antonio Di Pietro ora passato al M5S prevedo il bis dei Sindaci vicinori “destri” ed il cambio completo dopo 5 anni di nulla dall’arrivo della tappa del Giro d’Italia 2016 appena prima delle elezioni, ma col buco negli sponsors a spese dei cittadini; sono sportivo, ma non si può strapagare i calciatori così tanto soprattutto adesso perché Leo Messi sta passando al Paris Saint Germen.


A Cassano stanno facendo “propaganda spudorata a spese dei cittadini” in questi ultimi mesi di campagna elettorale: Turismo, Ospedale, RSA, Centro Riuso, TE.CA. e Tangenziale.

I giovani vandali devono essere puniti? Sì, ma non solo quelli estremisti del 20062!

Mentre ci sono quelli bravi che si allenano alla sera, anche in questi mesi all’aperto col freddo e nebbia per prepararsi alle gare di pattinaggio regionale disputatesi nel fine settimana scorso nel pattinodromo dedicato a “Dino Galliazzo”.


Nella mia Città di Cassano d’Adda(Mi) qualcosa non va?
Il Consiglio comunale forse si farà a febbraio con la presentazione delle 2 relazioni della Commissione d’Inchiesta RSA preparate per Natale sui 31 decessi su 70 ricoverati purtroppo col record negativo nelle Case di Riposo da Treviglio(Bg) a Vimodrone.
La nostra Casa di Riposo “Istituzione Belvedere” ha un’ala terminata nel 2015 con 3 piani ancora vuota.


Per il Sindaco “uscente” è più importante presenziare a fine mese a Milano per premiare Liliana Segre come “cittadina onoraria” di Cassano d’Adda, dove non ha mai vissuto; infatti non sarà a fine anno( 31 dicembre, ma 31 gennaio) coi “ilink” che riprodurranno su Facebbok e forse gestiranno il TE.CA. ancora senza gestore?
Giovedì ho letto sui giornali la pubblicità di A2A e l’illustrazione del nuovo piano industriale con la volontà di fornire il teleriscaldamento a Milano e comuni dell’interland milanese col punto di partenza dalla centrale di Cassano e gli altri possibili progetti; perchè sul sito del Comune il Sindaco “uscente” (a cui compete come incarico) non pubblica i verbali della “commissione di controllo A2A” fermi purtroppo al 4 ottobre 2017?

Ieri ho fatto con mia moglie una passeggiata lungo il naviglio Martesana sino a Groppello dove ho incrociato in auto il Vice Sindaco “uscente” Vittorio Caglio(mio ex amico), ma la pavimentazione alla “Conca” è ancora pericolosa e c’erano tutte le luci pubbliche accese con la solita griglia pericolosa dove lui ci passa sempre in auto proprio sopra ogni giorno da quando ha cambiato casa.

Siamo scesi al “Pignone” e poi abbiamo attraversato i 2 ponti sul fiume Adda prima quello in cemento e poi quello di ferro ricoperto di legni che divide il confine Milanese dal Bergamasco; poi al Cimitero dove mi hanno confermato che è il Comune che lo gestisce benissimo, ma col solo appalto dell’estumulazione che tra poco scadrà; poi dopo aver riattraversato il fiume abbiamo incontrato la cugina di mia moglie, cognata del Sindaco “sinistro” Raffaele Assanelli mio amico di gioventù.

Incontriamo quasi a Groppello altre nostre 3 Amiche e 2 parenti della cugina; purtroppo con ricordi pessimi di Cassano dopo 5 anni dove ha stravinto il Sindaco “uscente” nel 2016 senza ballottaggio; in quasi 5 anni ha fatto nulla sinora tranne il TE.CA. inaugurato con caduta di una signora sui gradoni senza protezione e svenimento del Sindaco “uscente” ma ingestibile sinora, 3 cimiteri gestititi dalla cooperativa “La Goccia” presieduta da madre e fratello della Capogruppo di “Cassano Etica Ecologista” e Centro sportivo comunale “Giacinto Facchetti”.
Ho salutato le 2 donne e sono entrato nel Centro sportivo con tanti cartelli per raccogliere le deiezioni dei cani, posizionati dagli Alpini che hanno la sede nell’ex casa del Custode; purtroppo l’albero è caduto sotto il peso della neve; per fortuna la pista di sci di fondo sintetica del CAI non c’è più perchè avrebbe potuto coinvolgere qualche sciatore e non solo.
Ho insegnato come Istruttore grazie al mio Maestro Valerio, papà di Mario Pizzuti.
Stamattina sono ritornato al Centro sportivo quasi distrutto non solo dalla recente nevicata come i palloni dell’ex bocciodromo e quello di fianco con porta vandalizzata e parete scorrevole semi aperta, ho fotografato sia la recinzione distrutta davanti al campo di calcio con una transenna incatenata da lungo tempo e la pista di skateboard con la recinzione in legno semidistrutta.
Oggi pomeriggio altro giretto con mia moglie all’isola Borromeo non sorvegliata dalla Cooperativa “Solleva”, ma invasa dai cani soprattutto “levrieri” con deiezioni ovunque nel parco nonostante il cestino apposito e purtroppo la porta del recinto per cani è da sistemare; l’opera d’arte pagata dai Cassanesi ormai è irriconoscibile.
Purtroppo la neve c’è ancora come il mucchio in piazza Garibaldi appena dietro al Presepio della Pro Loco e su alcuni passaggi pedonali o piste ciclabili.