Feeds:
Articoli
Commenti

Mercoledì mattina eravamo in pochi cittadini alla 1^ Conferenza VAS sulla Variante n. 1 al PGT( Piano di Governo del Territorio), nonostante che il Comune abbia invitato tutte le Associazioni e le Parrocchie di Cassano e frazioni.
Ha introdotto Angelo Armentano( Responsabile del PIM) che ha passato la parola alla collega Francesca Boeri che ha proiettato diverse diapositive precisando che ci sono 60 giorni per le osservazioni ed i suggerimenti, poi si farà un II incontro. Legge 31/2014 sul consumo di suolo in Regione Lombardia. L’indice di urbanizzazione territoriale di Cassano è del 32,3%, mentre Milano Città Metropolitana è al  39,5%. Il Linificio può essere rigenerato. Rete Natura 2000 segue le oasi della Muzzetta e delle Foppe. Rete Ecologica Regionale. P.T.R. dell’Area Navigli Lombardi: salvaguardia da 100 metri fino a 500. Parco Adda Nord col Linificio come archeologia industriale. Piano di Assetto Idrogeologico con fasce di rispetto. Piano di Gestione del Rischio Alluvioni con pericolosità fuori dal centro abitato, quindi con poco rischio. Piano Territoriale Coordinamento Provinciale della Città Metropolitana di Milano. Rete Ecologica Provinciale con corridoi( Adda, Naviglio Martesana e Villoresi. Ambiti Agricoli di interesse strategico. La qualità dell’aria ha un inquinamento piuttosto elevato per il trasporto su strada e meno per il riscaldamento; ci sono 2 centraline per misurare l’inquinamento. Nel 2014 ARPA ha notato 54 giorni anzichè 35 come da normativa. Le acque superficiali nel 2016 erano di un buon livello. Le acque sotterranee si trovano più in fondo da nord a sud. Uso del suolo: industriale, artigianale e commerciale solo a Cassano. Cava a Groppello. Naturalità e rete ecologica: ambiti agricoli al 50%. Parco Adda Nord e PLIS della Martesana. Paesaggio e patrimonio culturale a Cassano, Groppello e Cascine San Pietro. Rumore: SS11. Energia: A2A con teleriscaldamento. Rifiuti nel 2016 con 1,09 Kg/Ab al giorno dimostrano che a Cassano si fa bene la raccolta differenziata.
– Armentano: percorso del Piano. Il territorio è passato dalla classe sismica 4 alla 3. PGT/Variante + Partecipazionme e VAS. 37 istanze pervenute. Reticolo idrico. Linee d’indirizzo. Meno tavole. Documenti di Piano. Su 24 piani di attuazione(trasformazione) non attivati salvo a Groppello(Cardinal Ferrari) ed il Linificio. Previsione n° 4: Cinema Giardino, Caserma Carabinieri, Ferrovia ed ex scalo FS, Cascine San Pietro ex agricolo x Cascina Gabana. Abbiamo fotografato 1.200 edifici. Piano Urbano del Commercio. Aggiornamento del piano dei servizi.
Tarcisio Legnani: il capannone x l’apicoltura verso Treviglio ed il laghetto x cava Bre.Be.Mi.?
– Luciano Cairati: lago dimenticato con 300 anatre, molte uccise dai cacciatori.
– Armentano: il capannone x l’apicoltura è stato realizzato come edificio agricolo; sarà demolito entro 25 anni, ma chi l’ha autorizzato?
– Antonio Brovedani: sappiamo chi l’ha costruito.
– Armentano: cava di prestito come ambito di fruizione di 250.000 mq con pista ciclabile.

– Brovedani: l’ambito di cava a Groppello?
– Armentano: il perimetro sarà dimezzato e ceduto al Comune come fruizione.
– Boeri: sarà rifatta la convenzione col Comune dal 2019 al 2029; la Regione può cambiare quanto deciderà Città Metropolitana di Milano.
– Vittorio Patrone(A2A): trasformazione alla Ferrovia?
– Armentano: cambierà la media struttura di vendita.
– Patrone: come ci ha detto il Sindaco.

– Martino Lorenzini( Gazzetta dell’Adda): per il Cinema Giardino c’è la conferma della volumetria, ma spostata altrove e resta la piazza del Cinema?
– Armentano: area agricola in via Mantegazza stralciando quella di Cascine San Pietro.
– Mario Lomini: PGT di Boatti, poi Moriggi, poi il PIM con relative modifiche votato in Consiglio comunale ed apprezzato con studi fatti con A2A che spero vengano recepiti.

Nel pomeriggio l’Incontro con diversi Professionisti introdotto dall’Assessore Simona Merisi: 6 anni fa c’è stata l’approvazione del PGT in Consiglio comunale, trasparenza tramite incontri con la popolazione.
Armentano: 1) contenuti sintetici della Variante al PGT, 2) Workshop coi professionisti. Distribuzione dei Questionari che si possono consegnare anche senza indicare le generalità. Cassano è socio del PIM. Nuova base cartografica(L.R. 12/2005). Progetti speciali: PS1(centro città in via Veneto), PS2 servizi per la fruizione e PS3 servizi per istruzione e sport. Ambito di rigenerazione presso la tangenzialina. Rigenerazione della città storica con 6 tipi di edifici. PTCP vigente con gli ambiti destinati ad attività agricole(art.62). Stralcio degli ambiti agricoli strategici tra ferrovia, tangenziale e Bre.Be.Mi. con le dune. Bilancio Ecologico del Suolo con 1.414,26 mq, ma con pari suolo ancora da utilizzare.
Sindaco: il centro storico è molto complicato, cinema Giardino e piazza Cavour.
Brovedani: l’AT25 in via Mantegazza al posto del nuovo parcheggio in piazza Sant’Antonio e metà del recupero in via Mazzini; in piazza Cavour c’è il bonus volumetrico per il muro storico, ma perchè un premio?
– Legnani: parcheggi carenti?
– Armentano: un grande parcheggio serve?
– Legnani: in via Rossini l’aveva proposto Alberto Raggio sotto l’attuale parcheggio.
– Sindaco: ci sono anche a pagamento oltre quelli di via Rossini ed al Cimitero.
– Brovedani: parcheggio diffuso anche davanti a casa mia per 12 appartamenti nuovi.
– Merisi: chi costruisce avrà i box.
– Armentano: le norme del PGT non le conoscete?
– Sindaco: 4 parcheggi verranno realizzati là.
– Alberto Fagnani: parcheggio in Sant’Antonio?
– Sindaco: c’è il parcheggio in piazza Lega Lombarda.
Lomini: si poteva fare una traslazione della galleria passante del cinema Giardino e piazza Cavour con hausing sociale, ma ci sono le mura storiche.
– Brovedani: il centro commerciale?
– Armentano: ci sono solo 6 strutture di vendita.
Brovedani: questo edificio è da abbattere e ricostruire.
– Armentano: se entro 10 anni si svuota o peggiora.
– Sindaco: un’idea geniale sul centro commerciale non c’è.
– Fagnani: è destinato a diventare un suk
( mercato arabo), ma al posto della Caserma dei Carabinieri ancora commerciale.
Stanco Faioni: ci sono troppi proprietari.
Angelo Lonati: centro commerciale come a Curno, io sono il tecnico di COOP dal 1986; parcheggio non in centro; strategia del recupero del centro storico con incentivi, con premi volumetrici ma con servizi pubblici, spostando il volume fuori dal centro storico dove i valori delle costruzione costeranno meno; pulizia generale del PGT. Vincoli sovraordinati per strade pubbliche.
Sindaco: il lavoro fatto è semplificazione perchè il super dirigistico non ha funzionato.
– Francesca Ingrosso: candidatevi nella Commissione Paesaggio.
Armentano: a Cassano progetti che meritano, ma serve più sensibilità.
– Fagnani: aree strategiche per l’ok da Città Metropolitana Milano
.

Post scriptum: purtroppo c’erano solo 2 Consiglieri comunali presenti( Tommaso Aresi e Mario Albè).

Annunci

L’anno scorso avevo pubblicato .
Quest’anno mi sono recato alla sagra ancora in automobile con mia moglie domenica pomeriggio, ma ho dovuto parcheggiare molto lontano dal centro, presso il Centro sportivo; abbiamo visto mostre e la sfilata di moda, ma curavamo la Fanfara dei Bersaglieri di Melzo; abbiamo partecipato anche alla Santa Messa Vespertina che era l’ultima manifestazione della giornata:

Lunedì mattina sono ritornato in bicicletta lungo il naviglio Martesana con diversi volatili ed ho visto le mucche che arrivavano in piazza Maggiore dopo la “Transumanza”, ho incontrato molti cassanesi, sono andato a trovare la moglie di Donato Di Terlizzi( ex Presidente Atletica Inzago-Cassano) e la signora Imelde Vergani che ha sempre collaborato con Donato, purtroppo ho saputo della scomparsa a settembre di Mario Bindellini che era un altro collaboratore; ho assaggiato una focaccia ed ho visto altre mostre, mi sono fermato allo stand del “Coro Valpadana” a parlare con l’ex dipendente comunale Mariarosa Leonardi che mi ha offerto dei biscotti; sono ritornato in piazza assaggiando dei pezzetti di formaggio ed ho assistito alla pesatura per “Indovina il peso del bue” ma ho scoperto che il bue ha sei anni ed il proprietario è il genero di Corrado Pasquali che mi ha informato che purtroppo sta sempre sdraiato perchè gli fanno male le zampe e sarà abbattuto presto; il peso del bue era di 1.238 chili:

Post scriptum: nella riunione di lunedì sera in Comune per la sagra di Cassano d’Adda ho chiesto che vengano nominati i componenti del comitato prima che i 2 politici di maggioranza si allontanassero per riunioni di partito; ad Inzago non ho visto le manifestazioni di domenica mattina e di lunedì pomeriggio, ma neppure degli altri giorni però posso dire che purtroppo domenica sera non c’erano manifestazioni, lunedì mattina nel parchetto c’era aperta solo la casetta di legno del Club Alpino Italiano e la visione fotografica della piazza Maggiore coi ruderi era proprio brutta.

Il Consiglio comunale aperto per la Tangenziale, concordato in Milano Città Metropolitana il 31 luglio scorso tra i Capi gruppo e la Vice Presidente Arianna Censi, per metà ottobre di quest’anno quando si farà?
La lista civica “Cassano Etica Ecologista” del Sindaco è allo sbando, anche se si trovano ogni lunedì sera in Comune( ieri sera avranno parlato del flop del progetto per il Bilancio Partecipativo presentato dall’ex senatore che ha preso solo 39 voti su 1.406 votanti): la Consigliera comunale Francesca Moroni verso processo-giudizio per assunzioni pilotata-sospette al Parco Adda Nord( quotidiani di settimana scorsa); la Consigliera Claudia Mapelli è figlia della Presidente della cooperativa “La Goccia”; il Capo gruppo Roberto Cantù voleva dimettersi ma l’hanno convinto ad aspettare mentre si è dimessa Giulia Bertini che non è stata sostituita da 2 consigliere( una di queste ha rinunciato per conflitto d’interessi); il Vice Presidente della Casa di riposo “Istituzione Belvedere” si è dimesso passando a Forza Italia e l’Assessore Aristide Caramelli è isolato.

 

In via Leopardi e Dante non hanno ancora pitturato le righe, ma i lavori d’asfaltatura sono iniziati a settembre ed i cartelli ci sono da prima della Sagra patronale:

La ciclabile Bre.Be.Mi. della cascina Taranta, che sembrava pronta per l’inaugurazione per le elezioni regionali d’inizio anno, è ancora lì ed ogni tanto tagliano l’erbaccia e piantano qualche piantina:

Bike sharing costoso e non usato, tanto che le biciclette si arrugginiscono, cavalletto rotto e ragnatele:

Il Vice Sindaco ne parla sul settimanale ma non l’ho mai visto in bicicletta:

 

Altro argomento sul settimanale 2 ragazze non cassanesi che volevano cercare rifiuti lungo il canale Muzza, ma domenica alle ore 10 in piazza erano da sole e poi sono arrivate alcune famiglie ed alle 11 sono partiti coi cappellini bianchi col logo del Comune senza incontrare nessun Amministratore:

 

Festa rumorosa al centro sportivo con pochi giovani di “Spazio MEM” cacciati da Melzo, ma che hanno abbandonato alla rotonda presso il ponte sull’Adda manifesti e volantini come altri maleducati:

Venerdì 28 settembre gli studenti delle scuole medie hanno pulito il mondo cassanese, ma con la novità del coprire le scritte in piazza:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Girando in città si notano cartelli pubblicitari comunali con manifesti vecchi e loghi di quando eravamo ancora il paese di Cassano d’Adda, tanto che qualche associazione li usa ancora:

Concludo segnalando che in piazza Garibaldi davanti alla tabaccheria i bolognini sono rialzati e pericolosi e davanti alla farmacia c’è una buca sul marciapiede:

Hanno appena premiato i Vincitori del Bilancio Partecipativo e dell’Estemporanea d’Arte al TE.CA.
“ASD In punta di piedi” di Francesca Petitto si è esibita tra una premiazione e l’altra.

Per il Bilancio Partecipativo hanno votato in 1.406 con 1.338 voti validi ed hanno vinto:

1° con 195 voti Il giocortile, € 13.000, “Commissione benessere” della scuola
2° con 149 voti Magazzino raccolta alimenti e lotta allo spreco, € 20.285+ IVA, “Forum del volontariato sociale”
3° con 123 voti Festa della scienza a Cassano, da € 6.000 a 8.000, “Associazione genitori”

 

Per l’Estemporanea d’Arte hanno partecipato 13 artisti e la Giuria di esperti non ha assegnato il primo premio, ma secondi a pari merito con € 150 a testa per Elio Roberti e Carlo Paleari; terzo Premio: Giorgio Gosti, € 100 al terzo mentre sono stati segnalati Walter Fusarri e Pasquale Gesualdi;  mentre su facebook hanno vinto:

1° con 116 voti Lorenza Mapelli
2° con 89 voti Walter Fusarri
3° Ada Atucci

Ieri sera si è conclusa la “Festa patronale 2018”

organizzata dall’Amministrazione comunale col neo “Comitato Sagra”

coordinato da Giuseppe Legnani e composto da diverse persone( Assessori, Pro Loco, Commercianti, Associazioni e Volontari), ma senza organigramma come ad Inzago:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Mi sono rifiutato di fare il Segretario del comitato per il mio ruolo politico di opposizione, per i miei impegni associativi( Pro Loco, AIDO, CAI e Amici del Carnevale) e perchè ad Inzago è una dipendente comunale che non può essere sicuramente la mia ex collaboratrice di quando ero Assessore; ho partecipato a tutte le riunioni prendendo appunti e facendo domande che non sono ancora finite perchè ci sarà un incontro a breve dopo la premiazione di Sabato al TE.CA. alle ore 18.00 dei quadri dell'”Estemporanea di pittura” in votazione e visione in alcuni negozi cassanesi in questi giorni.
Giovedì gli operai della Cooperativa “La Goccia” hanno sistemato l’aiuola della piazzetta Bettini:

Adesso esprimo un giudizio a tutte le iniziative fatte e viste quest’anno: SI da riproporre, NO da non riproporre e MA da discutere.
Purtroppo venerdì non ho seguito le 2 manifestazioni in programma perchè mi sono recato a Fara per 4 sere facendo anche la coda e rientrando prima degli spettacoli serali, ma venerdì sera ero stanco.
Sabato per Mercatino dell’antiquariato della Pro Loco per 2 giorni SI, apertura della mostra presso l’ex albergo Ancora “Cassano dipinta” della Pro Loco per 3 giorni SI ed allestimento striscioni degli sponsors con Legnani sull’alzabandiera; nel pomeriggio Piazza Multisport rinviata per la pioggia, Gara di scopa di “Portami a Cassano”sotto il tendone SI e Palcoaperto rinviato per la pioggia.
Domenica nelle vie del centro bancarelle per 2 giorni NO, Mercatino “Campagna amica” della Coldiretti sull’alzabandiera SI, stand associazioni SI, “Estemporanea di pittura” in Ricetto MA; al mattino“In gir per Casaa” SI, Messa solenne per la Madonna del Rosario SI e Banda Musicale per strada SI; nel pomeriggio Palo della cuccagna costoso e non partecipato( l’anno scorso c’era almeno una squadra cassanese) NOTorneo di calcetto e calciobalilla SI, che si sono sovrapposti in piazza Castello( Giuseppe Perrucchetti) con Piazza Multisport SI, rinviata per la pioggia( dislocata anche all’isola Borromeo, dove si sono lamentati per l’erba del prato non tagliata e perchè lontani dalla piazza) anche se almeno un paio di società erano disponibili per il sabato ma non hanno potuto partecipare anche alla domenica per altri impegni( Pierino Ghezzi e TREVICASS) e Fuochi d’artificio di Federica Ferri SI.
Lunedì ancora Mercatino “Campagna amica” con una sola bancarella NO, Ballo liscio SI, Borse di studio SI, e Pro Loco in concerto al TE.CA. SI.
Ho visitato tutte le mostre e qualcuno si è lamentato che non hanno visto nè Sindaco e neppure gli Assessori, mentre io andavo da tutti: La Rossa e le altre senza chiave d’ingresso in Comune, Cassano com’era…Cassano com’è da soli nel Centro civico e Gruppo Artistico isolato in Casa Berva.

Post scriptum: la “Gazzetta dell’Adda” ha pubblicato il solito inserto della sagra “Speciale Cassano”, mentre Il Giorno ha messo tra gli Appuntamenti sia Cassano che Inzago; durante la mostra di “Cassano dipinta” della Pro Loco abbiamo raccolto i nominativi di 24 persone che nel 2019 daranno i loro quadri su Cassano d’Adda, Groppello e Cascine San Pietro; i gonfiabili per il Torneo di calcetto e calciobalilla erano posizionati troppo vicini alla parete d’arrampicata del CAI in quanto non solo i piccoli utenti potevano essere colpiti dalle pallonate degli sportivi; il Circolo Pescatori “Il Capitone” ha posizionato il gazebo di fronte alla fontana del delfino in piazza Garibaldi domenica e lunedì, ha estratto i premi della sottoscrizione e spera di poter effettuare ancora la tradizionale “Pesca alla trota” in piazza Garibaldi nella fontana.

L’informatore comunale “InComune” non è stato distribuito ovunque; sfogliandolo ho notato subito che non era stato curato dal Responsabile Marco Galbusera, ma dal Sindaco che vuole seguire tutto lui perchè è diventato veneziano “faso tuto mi”.
Non si fida degli Assessori
e/o non gli bastano le deleghe comunali?
SINDACO e diretta competenza su quanto non assegnato ai singoli assessorati, in particolare:

  • Bilancio e programmazione economica, bilancio partecipato e bilancio sociale
  • Rapporti con enti sovracomunali ed aziende partecipate
  • Informatizzazione e nuove tecnologie
  • Comunicazione istituzionale ed esterna

Ogni mercoledì va a Milano per le deleghe metropolitane:
Consigliere delegato a Risparmio energetico 20-20-20, Edilizia scolastica.

Il Sindaco ha seguito la programmazione del TE.CA. fino a Natale incontrando artisti e trattando sui loro eventuali costi.
Sull’informatore comunale “InComune” c’è la fotografia della fontana col delfino pitturata di blu mentre adesso è gialla:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Mancano gli articoli degli assessori Vittorio Caglio, Simona Merisi e Arianna Moreschi, ma non c’è per la prima volta l’articolo della Consigliera comunale Elena Bornaghi della lista civica “Cassano Obiettivo Comune” e di Forza Italia.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ieri per la Festa patronale i gazebi politici in piazzetta Bettini erano tutti mangerecci ed io ho mangiato pane e salame bevendo vino bianco con i leghisti che distribuivano il volantino dell’anno scorso, valido anche quest’anno perchè solo il “noleggio biciclette” è entrato in funzione ma funziona malissimo e sulle biciclette ci sono le ragnatele:

Sul volantino del PD non c’è nulla dell’Assessore Moreschi sia per i servizi sociali che per lo sport.
Sul volantino della “etica ecologista” mancano le date delle cose fatte e di quello che intendono fare.
Sul volantino di Forza Italia, pure senza data c’è quanto volevano che si pubblicasse sull’informatore:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sul volantino di Fratelli d’Italia, pure senza data c’è scritto della Festa patronale:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Post scriptum: ieri a mezzogiorno ho fatto da custode alla mostra delle Ferrari in Comune( che avevo già visto giovedì sera quando ci siamo trovati come lista civica “Cassano Obiettivo Comune”) in quanto ero lì per visitarla ed il responsabile Franco Bossi doveva pranzare, ma era senza chiavi e doveva dipendere dal Vice Sindaco.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

L’anno scorso avevo pubblicato 
Domenica scorsa è terminata la settimana degli scultori del legno con la Festa del Revellino che era iniziata sabato 22 settembre.
Il 31 maggio scorso ho fatto la richiesta per la “Settimana delle Sculture in legno” in piazza Garibaldi sull’alzabandiera da lunedì 24 a domenica 30; il 9 agosto ho compilato il “Modulo di richiesta per concessione patrocinio/contributo per attività e eventi” chiedendo 2.500 € per acquisto di tronchi, stampa manifesti e volantini, pasti e parcheggi per gli artisti; il 23 agosto l’Assessore alla Cultura Aristide Caramelli ci ha inviato il provvedimento per la concessione del patrocinio per l’affissione gratuita di manifesti senza sponsorizzazione e l’utilizzo dello stemma comunale; ho saputo che l’Assessore non era presente alla decisione presa da Sindaco e Giunta; il 13 settembre ho modificato la richiesta anticipando di 2 giorni l’inizio.
Venerdì 21 mi sono recato in Comune per le transenne e nel pomeriggio hanno portato 9 tronchi di faggio, sabato mattina purtroppo non c’era la corrente ed ho telefonato a Luigi Castelli che lavora per il Comune che ha trovato problemi perchè dalla “Notte bianca” non era stato più usato e controllato il pozzetto con i cavi elettrici; avevo preparato le fotocopie numerate per 9 scultori ed ho pagato i parcheggi per i primi 5: Laura Colombo, Giuseppe Albertini, Pardo Malorni, Franco Monzio Compagnoni ed Antonio Villa; nel pomeriggio sono arrivati anche il Presidente Francesco Testa col Consigliere Massimo Ravasi e la collaboratrice Susanna Bassanelli che ha curato la pubblicità su internet.

Domenica mattina alle ore 6 e 45 mi sono recato ad  Inzago in bicicletta perchè dovevo aiutare nell’organizzazione della 43° “Gir di cassin d’Inzac” con il “Gruppo sportivo Inzago” come ogni anno( ). Mi hanno posizionato con bandierina rossa e fischietti all’incrocio vicino alla partenza-arrivo presso il centro sportivo comunale dove ho incrociato l’Assessore allo Sport locale che aveva appena premiato per la classifica dei Gruppi, ma ho incrociato anche l’Assessore allo Sport cassanese Arianna Moreschi( diventata famosa anche ad Inzago per l’invito che ho riportato in ) che ha accompagnato il figlio a giocare a calcio); quasi al termine della manifestazione mi sono recato all’altro incrocio dove è passata la Banda inzaghese che seguiva il corteo per il festeggiamento dell’AVIS locale; al termine mi sono recato al ristoro dell’arrivo per rifocillarmi e mi hanno donato una scatola con 2 bottiglie di vino.

Domenica hanno iniziato anche Bruno Manenti e Marta Zucchinali; lunedì ha iniziato anche Bruno Quartini ed erano in 8, mentre il nono tronco l’hanno scolpito i presenti negli ultimi giorni. Nel pomeriggio prima della Messa vespertina mi sono recato ancora dagli scultori ed è passato il Sindaco in bicicletta.
Da lunedì sino a sabato tutte le mattine ho pagato i parcheggi sino a sabato( non si paga alla domenica) per gli 8 scultori in base ai loro orari d’arrivo e di partenza, mentre domenica mattina c’è stata la premiazione degli scultori che hanno presentato le loro opere, il pittore Battista Mombrini( Consigliere e curatore-promotore della manifestazione) ha pagato i tronchi ed i volantini, ha offerto una rosa alle 2 scultrici, è intervenuto l’Assessore Caramelli in quanto il Sindaco non si è fatto vivo e non ha comunicato niente, nonostante sia stato invitato dal Presidente della della Pro Loco Testa.

Come l’anno scorso nel pomeriggio di domenica si è tenuta l’annuale commemorazione dei morti del Revellino presso la Cappella costruita lungo la Muzza in ricordo della battaglia di Cassano avvenuta nel 1705( . Per la prima volta non era presente la signora Braga che con la sua famiglia  si sono presi cura della Cappella e la Pro Loco( col geometra Emilio Bruschi) aiuta nell’organizzazione stampando volantini e locandine, che abbiamo appeso nei negozi e nelle bacheche del centro e distribuito ai fedeli presenti alla Santa Messa celebrata da don Mantia. Il Gruppo Scout ha portato le sedie e la Banda Musicale ha suonato alcuni pezzi al termine della Messa; è intervenuto l’Assessore Massimo Ughini, ma c’era anche il Vice Sindaco Vittorio Caglio, che Bruschi ha fatto rispondere alla sua provocazione delle promesse rilasciate gli anni precedenti per effettuare qualche lavoro di manutenzione, soprattutto per i soldi messi dal Comune a disposizione dei progetti presentati per il “Bilancio partecipativo”.

Post scriptum: il Sindaco Roberto Maviglia l’anno scorso era presente alla premiazione degli scultori ed ha chiesto delle sculture per il TECA, ma quest’anno l’Amministrazione comunale non ha meritato proprio niente.