Feeds:
Articoli
Commenti

Il I° febbraio avevo postato
https://colomboangelo.wordpress.com/2019/02/01/il-sindaco-ingegnere-maviglia-ha-rinunciato-al-bilancio-che-aveva-preso-dallavvocatessa-merisi-per-il-neo-assessore-etico-tommaso-architetto-aresi-mentre-lo-sport-purtroppo-lha-preso-caglio/
e concludevo il post così:
…ma ci sarà “una piccola ristrutturazione degli uffici” che complicherà i lavori soprattutto per chi ha preso le nuove deleghe assessorili…
Domenica scorsa su “Il Giorno” c’era un articolo di Stefano Dati sull’argomento e riguardava il declassamento dell’amico Marco Galbusera( è stato il mio Funzionario quando ero Assessore dal 2011 al 2015) che ha dichiarato spiritosamente: <<Non è poi la fine del mondo…Faccio mia la volontà di Franco Califano che sulla sua tomba ha voluto si scrivesse “non escludo il ritorno”>>.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA


Siccome non mi fermo a leggere solo quello che riguarda Cassano, ho trovato proprio dietro la stessa pagina citata la foto del Sindaco Roberto Maviglia come consigliere delegato alla Scuola di Milano Città Metropolitana che ha dichiarato nel FOCUS La promessa

OLYMPUS DIGITAL CAMERA


nonostante che il 5 ed il 6 febbraio aveva postato sulla sua pagina Facebook, sia la foto che il video, mentre rideva durante la conferenza stampa in Città Metropolitana di Milano con il Sindaco Beppe Sala e la vicesindaca Arianna Censi per presentare il progetto di riqualificazione energetica delle scuole superiori. 142 edifici, 50 milioni di investimento, 12.000 ton annue di CO2 evitate…

Come il “Tenente Colombo” approfondisco sempre le cose che succedono, mi sono ricordato che quand’ero Assessore, Sindaco e soci volevano già accorpare gli uffici; dopo il pensionamento di Marinella Castellazzi avevano trovato la Responsabile dei Servizi Sociali nei pressi di Milano; dopo non molto tempo era scappata via disperata ed era arrivata una nuova Assistente sociale Alessandra Moretti che è piaciuta subito alla mia ex collega PD Arianna Moreschi, tanto che l’ha nominata poco dopo Responsabile.
Ho saputo solo da qualche giorno che la Responsabile è la sorella di Luciano Moretti il Sindaco PD di Truccazzano!

Annunci

Sabato, domenica ed ieri c’è stata a Rivolta d’Adda(CR) la 191° edizione della Fiera di Sant’Apollonia con Fiera regionale della Vacca Frisona con una delle più grandi esposizioni agricole della Regione.

Purtroppo domenica pioveva e siccome sono ancora ammalato per la sciata al freddo in Svizzera ho rinunciato, ma ieri ci sono andato anche se c’era un venticello freddo e fastidioso; ho incontrato anche alcuni cassanesi; siccome ho faticato a trovare il parcheggio per l’automobile perchè c’erano moltissime auto sono arrivato tardi alla visita guidata al Palazzo Celesia che ho visitato senza accompagnatore che ho incontrato mentre stavo uscendo; il cartello turistico del palazzo dovrebbe essere ripristinato con una modica spesa; dopo qualche acquisto di castagne e torroni sono arrivato nei pressi delle esposizioni agricole, ma si era fatto tardi e non le ho viste da vicino come gli animali da latte.


Post scriptum: vedendo il Servizio di Sicurezza di Rivolta mi sono ricordato di quello allestito a Cassano con delle auto private posizionate sul passaggio pedonale in piazza Cavour, ho dedotto subito che Rivolta ha bagnato il naso a Cassano.

Un anno fa avevo postato:
https://colomboangelo.wordpress.com/2018/03/09/consiglio-comunale-quasi-senza-consiglieri-e-pubblico-la-maestra-bornaghi-si-e-arrabbiata-ben-due-volte-col-presidente-cerrato-e-la-merisi-moretti-spara-dopo-lottimo-risul/
Pensavo che fosse stato l’intervento della Consigliera Elena Bornaghi della mia lista( Cassano Obiettivo Comune) a far dormire l’Assessore Massimo Ughini( diventato famoso perchè non voleva la “Protezione senile” al posto della “Protezione civile”), invece ieri sera il neo Assessore alla partita( ha avuto la delega il I° febbraio scorso) dormiva ancora!
Le 2 assessore non si sono viste come i Consiglieri comunali Etici, Sinistri e della minoranza, mentre eravamo in pochi e c’era solo l’architetto cassanese Alberto Fagnani che nella prima serata è intervenuto ed ieri ha portato una cartina con le sue proposte.
Hanno coordinato entrambe le serate la Responsabile dell’Ufficio Tecnico Grazia Bartucci, il tecnico del PIM(Centro Studi per la Programmazione Intercomunale dell’area Metropolitana) di Milano Angelo Armentano e l’Assessore Vittorio Caglio, mentre il Sindaco Roberto Maviglia è arrivato tardi in entrambe le serate.
Nella prima serata eravamo presenti in 4 della lista “Cassano Obiettivo Comune”, 3 Etici, 3 del PD( ma poco dopo ne è sparito uno) ed 1 Sinistro mentre ieri 4 del PD, 3 di “Cassano Obiettivo Comune” ed Etici.
Settimana scorsa alla battuta di Armentano “Quando entrerà in funzione la Tangenziale” ho domandato “Quando?”; poi sono intervenuti Mario Lomini, Giuseppe Legnani per i Commercianti, Claudio Fumagalli, Luciano Bonini per i parcheggi in via Mazzini proprio di fianco a casa sua, il Sindaco coi 70 parcheggi sotterranei in piazza Lega Lombarda da comprare ed il Vice che vuole rispostare il mercato in viale Carlo d’Adda, mentre Fagnani lo rivorrebbe in centro.
Ieri sono intervenuti la Bartucci con la proposta dell’autobus per studenti da Inzago a Treviglio che si fermerà alla stazione ferroviaria cassanese perchè prenderanno il treno; Armentano ha precisato ai presenti che chiedono troppi parcheggi nell’area del Cinema Giardino ed in via Mazzini; il tabaccaio Carlo Rossetti di via Veneto( che ho invitato personalmente) ha precisato che i parcheggi lontano dal centro non van bene; per il Sindaco il vecchio “Piano del Traffico” era senza il parcheggio sotto la biblioteca e l’alzabandiera è usata poco; per Fumagalli chi va in Castello a dormire deve poter girare Cassano turisticamente; Lomini ha evidenziato che in via Veneto non c’è un punto di soccorso ed i pensionati vanno in bicicletta sui marciapiedi con carrozzine e studenti; Fagnani parteciperà al bando ed ha proposto una tensostruttura sull’alzabandiera; Fumagalli ha chiesto ai politici cosa hanno in mente? Siccome nessuno gli ha risposto il tabaccaio ha chiesto dell’entrata e dell’uscita nei parcheggi in piazza Lega, Caglio ha risposto che l’uscita dai parcheggi sarà in via San Dionigi, ma Fumagalli ha precisato che il passaggio è stretto ed occorre studiare il doppio senso in piazzetta San Zeno.

Avevo sciato per l’ultima volta nel luglio 2015, sulla pista sintetica( intitolata all’amico Valerio Pizzuti) installata nel Centro sportivo “Giacinto Facchetti” dal CAI(Club Alpino Italiano) Sezione di Cassano d’Adda, in quanto Istruttore sezionale di sci di fondo e sulla neve a gennaio dello stesso anno nell’uscita del Corso organizzato dalla Scuola Intersezionale ADDA in Svizzera.
Riporto i 3 post che avevo messo sull’altro blog:

https://cassanodadda.wordpress.com/2015/01/13/corso-di-sci-di-fondo-della-scuola-intersezionale-adda-iii-uscita/

https://cassanodadda.wordpress.com/2015/02/12/neve-a-cassano-gioie-dolori-e-campioncine-gia-grandicelle/

https://cassanodadda.wordpress.com/2015/08/01/casa-del-sole-non-solo-sci-di-fondo-ma-anche-visita-nel-castello-per-la-biennale-dei-castelli/

Mi mancava così tanto lo sci di fondo ed avevo deciso di riprendere a sciare quest’anno con gli amici cassanesi Luigi e Salvo appena la temperatura fosse più mite, ma appena ho letto che alla gita organizzata dalla Scuola ADDA in collaborazione con CAI di Gorgonzola a Lenzerheide(CH) mancava un Accompagnatore-Istruttore mi sono proposto, Raffaele e Daniela mi hanno comunicato tutte le informazioni relative alla gita e sabato pomeriggio mi sono recato da Franco a Vaprio d’Adda per ritirare la cassetta con le scioline, la borsa con 3 kit da autosoccorso da dare a Giuseppe( accompagnatore dei ciaspolatori) ed una cartelletta con i volantini da distribuire(sia di Lenzerheide, che di Cogne e di Asiago).
Domenica scorsa alle ore 6.00, purtroppo mentre pioveva, sono partito da casa in automobile con quanto ritirato a Vaprio e con uno zaino con le scarpe da fondo, guanti ed occhiali, borsa con viveri e ricambio dell’abbigliamento, sacca con sci e bastoncini che avevo preparato il giorno prima; alle 6.30 è arrivato il bus dell’Autoservizi Carminati da 31 posti guidato da Matteo, a bordo c’erano i gitanti saliti a Brignano Gera d’Adda, siamo saliti in 5 ed a Trezzo sull’Adda è salito il gruppo più numeroso, mentre alla fermata autostradale di Agrate Brianza sono saliti gli ultimi 2 gitanti raggiungendo il numero di 26.
Sosta nell’Autogrill di Como-Chiasso mentre aveva smesso di piovere; passata la dogana svizzera è iniziato a nevischiare; ho fotografato chiese, campanili, ponti e pinete innevate; man mano che salivamo di quota c’era la neve anche sulla strada anche se gli spartinevi pulivano e gettavano il sale; siamo arrivati alle 10.30 a Lenzerheide mentre nevicava; i 4 ciaspolatori si sono preparati appena giù dal bus, mentre noi fondisti ci siamo recati a piedi alla costruzione col bar e servizi igienici con locale per la sciolinatura dove chi faceva il passo alternato-classico ha messo la sciolina verde o blù sotto gli sci e l’ha tirata coi tamponi in sughero.
Ho sciato facendo il passo di pattinaggio o skatting col gruppetto più numeroso mentre nevicava e soffiava anche il vento; finalmente ho ripreso a sciare ma siccome non ero allenato mi facevano molto male le braccia ed un pochino gambe e caviglie, mi fermavo spesso sia a fotografare che a riprendere fiato.
Alle 12.30 ho smesso di sciare e mi sono recato al bus dove mi sono cambiato e rifocillato; poi sono arrivati gli altri, alle 15.00 sono arrivati gli ultimi 3 e siamo ripartiti; alle 16.30 si è fatto vedere il sole; ci siamo fermati ancora nell’Autogrill e dopo la fermata ad Agrate ci siamo fermati prima a Vaprio dove sono sceso, mentre il bus doveva andare a Trezzo ed infine a Brignano.

Post scriptum: finalmente ho ripreso a sciare anche se sono tornato a casa stanco, ma penso di sciare presto anche con gli amici cassanesi; purtroppo il Consiglio direttivo del CAI cassanese ha deciso nel Consiglio del 17 ottobre 2018( quando eravamo assenti come Consiglieri sia io che altri 5) di smantellare la pista in quanto era già scaduta la convenzione col Comune e gli operai del Comune l’hanno portata via, mentre sono rimasti ancora sia il ripostiglio dei materiali( sci, bastoncini, scarpe e materiale vario) sotto la tribuna del pattinaggio che la targa in bella vista all’ingresso con la dedica all’amico Valerio Pizzuti.

Questa mattina il Sindaco Roberto Maviglia ha fatto il seguente comunicato sia sul sito del Comune che sulla pagina Facebook del Comune:

http://www.comune.cassanodadda.mi.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=20070&fbclid=IwAR08oVNWuD_UKOV-QAwpg6LKLtXw6lje7eESaIzYv8f5kK1mc2ewWfwEOds

Come ragioniere avrei preferito che il Bilancio lo tenesse ancora il Sindaco, anche se è un ingegnere, perchè l’aveva tolto all’avvocatessa Simona Merisi quando ero ancora in Giunta e lo stava seguendo da alcuni anni.
Il neo Assessore-Etico Tommaso Aresi, che è diventato Consigliere comunale da un annetto, è un architetto che amministra condomini anche a Cassano d’Adda.
Le deleghe di Aristide Caramelli le ha prese il Vice Sindaco Vittorio Caglio, tranne la scuola che l’ha presa Arianna Moreschi al posto dello Sport.
Non sono d’accordo con la frase del SindacoCredo che in questa prima metà di legislatura tutti gli assessori abbiano fatto un buon lavoro interpretando al meglio le deleghe assegnate; ora si tratta di accelerare il passo per raggiungere gli importanti obiettivi che ci siamo prefissati da qui alla fine della legislaturain quanto tranne il TE.CA. sfortunato non si è fatto nulla per la città, ma ci sarà “una piccola ristrutturazione degli uffici” che complicherà i lavori soprattutto per chi ha preso le nuove deleghe assessorili.
Lo Sport purtroppo l’ha preso Caglio!

Lunedì mattina ho postato “Giornata della Memoria” a Cassano d’Adda: nel pomeriggio “Percorso nella Memoria” dalla piazza Castello a Casa Berva e serata nel TE.CA. con l’intenzione di non più polemizzare, anche se c’erano pochissimi partecipanti al “Percorso”( forse 30 persone?) e poche persone in teatro dove si è notata subito l’assenza per la prima volta nella serata della “Memoria” dell’ex collega Simona Merisi in quanto ha fatto arrabbiare Nicolas Ceruti de ILINX che pretendeva l’ingresso a pagamento anzichè GRATIS.
Ma dopo qualche ora in Comune ho avuto una discussione con l’ex collega Arianna Moreschi nell’Ufficio Sport che ha chiesto alle dipendenti se l’Ufficio fosse chiuso al pubblico, ma dopo averle precisato che era aperto le ho risposto per le rime; ieri sera in Comune dopo una discussione politica col Vice Sindaco Vittorio Caglio ho saputo che il Canestro di pallacanestro è stato finalmente sistemato.
Dato che avevo postato su questo blog questi post
https://colomboangelo.wordpress.com/2018/12/09/canestro-di-pallacanestro-ancora-a-terra-dopo-1-mese-vice-sindaco-caglio-del-pd-come-pinocchio-renzi/
e
https://colomboangelo.wordpress.com/2019/01/11/cassano-dadda-e-sfortunata-con-gli-ultimi-assessori-allo-sport-ma-ne-serve-uno-nuovo-che-non-sia-caglio-pero-sono-a-meta-mandato-e-non-hanno-combinato-nulla-tranne-lapertura-dello-sfortun/
ho contato i giorni ed ho scoperto che da quando il Vice mi aveva detto …il canestro verrà sistemato a giorni… sono trascorsi esattamente 80 giorni; mi sono ricordato subito de “Il giro del mondo in 80 giorni (1873) di Jules in mongolfiera!”
Stamattina sono passato a vedere il nuovo Canestro ed a fotografarlo:

Ieri anche a Cassano d’Adda c’è stata la ricorrenza della “Giornata della Memoria”.
Nel pomeriggio in piazza Perrucchetti( Castello) è partito il “Percorso nella Memoria” guidato da Nicolas Ceruti e che è arrivato a Casa Berva dove all’ingresso ci hanno dato un numerino da porre sui vestiti; c’erano fotografie e manifesti appesi sui muri, c’erano proiezioni di fotografie, video storici e con l’intervista ad un cassanese; in serata nel TE.CA.( Teatro di Cassano d’Adda) c’è stata la rappresentazione della “Vita Segnata” con lettura musicale sulla Memoria( di e con Nicolas, musica di Mattia Airoldi) produzione ILINX teatro R.A.M.I.

Post scriptum: Nicolas ha ricordato, sia in piazza che al TE.CA., l’Assessore Aristide Caramelli appena scomparso che aveva condiviso col Sindaco Roberto Maviglia il progetto per la “Giornata della Memoria”.